Politica

Avezzano, Tonelli: “I botti da evitare sono soprattutto altri. Nuova esclusione da fondi”

“Il sindaco di Avezzano ha vietato i botti di fine anno ma purtroppo di ‘botti’ nella nostra città, da quando c’è questa amministrazione, non se ne può più. La regione Abruzzo ha destinato 5 milioni di euro per l’adeguamento sismico e il miglioramento degli edifici destinati ad attività residenziale per anziani e, come al solito, la città di Avezzano è totalmente dimenticata, nonostante la casa di riposo comunale San Giuseppe sia stata chiusa dal sindaco Di Pangrazio proprio per problemi legati alla sopravvenuta vulnerabilità sismica”. E’ quanto affermato dal capogruppo del NCD al comune di Avezzano Claudio Tonelli, che prosegue: “dopo l’esclusione dei fondi per l’asilo nido di via Trento, oggi assistiamo all’ennesima esclusione della nostra città, frutto del disinteresse dell’amministrazione Di Pangrazio e probabilmente anche del presidente del consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, più intenti a richiedere qualche fondo per il solo Palazzo Torlonia che, per noi, non è certamente paragonabile al valore sociale che assume un asilo o una casa di riposo, in quanto coinvolge le categorie più deboli come i bambini e gli anziani, e che non costituiscono una priorità del sindaco. Inoltre, l’ordinanza di divieto di utilizzo dei botti di fine anno è semplicemente fuori luogo e intempestiva, – conclude Tonelli – ricordiamo al sindaco che tale divieto ha messo in difficoltà un intero settore economico, legale, che è stato vigliaccamente pugnalato a due giorni dall’evento che costituiva da sempre gran parte del fatturato annuo aziendale”.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top