Cronaca e Giudiziaria

Avezzano-Roma, l’elenco delle richieste dei pendolari

Il continuo ridimensionamento dei servizi che negli ultimi anni ha interessato la Linea ferroviaria Roma – Pescara ha comportato innanzitutto la perdita dell’attestazione dei treni presso la stazione centrale di Roma Termini, è proseguito con le chiusure progressive di stazioni che hanno ridotto la possibilità degli incroci ottimali dei treni, è passato per i tagli fisici dei binari e ha comportato di conseguenza l’eccessivo dilatamento dei tempi di percorrenza.

RICHIESTE

1. Attestazione di n. 2 treni in arrivo al mattino e n. 2 in partenza al pomeriggio dalla STAZIONE DI ROMA TERMINI a partire dal nuovo orario di dicembre.

2. Ripresa, sollecitazione e conclusione dei lavori già finanziati e appaltati del CTC per l’automatizzazione degli scambi e dei passaggi a livello nella tratta Sulmona – Guidonia

Ci preme infine sottolineare la richiesta una più attenta regolamentazione delle precedenze agli incroci per i treni che al mattino confluiscono verso la Capitale e per i treni che al pomeriggio defluiscono da essa (spesse volte avviene il contrario con situazioni paradossali dove treni stracolmi di viaggiatori attendono presso le stazioni di incrocio treni completamente vuoti e per questo accumulano ritardi vergognosi!).

Con l’auspicio che le nostre richieste, reiterate più volte negli ultimi mesi ai competenti Organi istituzionali abruzzesi, siano finalmente accolte, l’occasione ci è gradita per porre rispettosi saluti.

Il Comitato dei Pendolari
della Linea ferroviaria Pescara – Roma

2 Comments

2 Comments

  1. Angelo Bisegna

    Angelo Bisegna

    21 novembre 2014 at 12:46

    Non c’e peggior sordo di chi non vuol sentire.

  2. Angelo Bisegna

    Angelo Bisegna

    21 novembre 2014 at 12:46

    Non c’e peggior sordo di chi non vuol sentire.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top