Connect with us

Attualità

Avezzano, piscina comunale: approvata delibera per affidamento della gestione

Pubblicato

on

“Nell’odierna seduta di giunta comunale, è stata approvata la delibera con cui si stabiliscono gli indirizzi per l’avviso pubblico di affidamento della gestione della piscina comunale di Avezzano, finalizzato alla rigenerazione, riqualificazione e all’ammodernamento dell’impianto sportivo”. Lo rende noto l’assessore allo sport, Fabrizio Amatilli, che aggiunge: “Tali requisiti consentiranno di definire i caratteri a cui i progetti dovranno riferirsi ed in base ai quali il Consiglio Comunale, soggetto competente in materia, potrà confrontare le proposte e selezionare quella cui sarà riconosciuto il maggior valore di pubblico interesse. Risolvere la questione della piscina comunale è una delle priorità dell’amministrazione Di Pangrazio”.

Abruzzo

Strada dei Parchi: A24 e A25 sono sicure, siamo gli unici a fare l’adeguamento antisismico

Pubblicato

on

Regione – Questa mattina la Commissione “Territorio, Ambiente e Infrastrutture” presieduta da Pierpaolo Pietrucci, ha ascoltato i vertici di Strada dei Parchi Spa in merito alla questione sicurezza delle autostrade abruzzesi. Alle domande poste dai commissari regionali Pierpaolo Pietrucci (Pd), Sara Marcozzi e Riccardo Mercante (M5S), l’amministratore delegato di Strada dei Parchi, Cesare Ramadori, ha risposto affermando che “Le autostrade abruzzesi sono sicure dal punto di vista statico e vengono monitorate costantemente: i controlli sono trimestrali e poi c’è un controllo annuale più approfondito. La manutenzione straordinaria è già partita con il progetto dell’antiscalinamento che aiuta ad aumentare la sicurezza in caso di sisma. Siamo l’unica concessionaria autostradale che ha l’obbligo di fare l’adeguamento antisismico. Resta da avviare l’adeguamento sismico delle pile e lo potremmo fare con i 192 milioni di euro che probabilmente verranno inseriti nel decreto che riguarda Genova. Con la firma del decreto potremmo completare l’adeguamento antisismico delle autostrade e renderle ancora più sicure, per l’avvio dei lavori siamo pronti a partire subito anche chiedendo un anticipo agli istituti bancari. Le opere che ci apprestiamo a realizzare avranno come priorità proprio quei viadotti segnalati giorni fa dalla stampa e dai cittadini”.

Ramadori ha risposto anche sulla questione delle aree di servizio non realizzate e previste nel Piano economico finanziario: “Le aree andavano messe a gara perché non le gestiamo noi direttamente. Le ultime due gare sono andate deserte perché c’è poco traffico e quindi poca utenza, ci apprestiamo a realizzarla direttamente come Strada dei Parchi”.

Sulla questione delle barriere antirumore assenti in alcuni tratti autostradali, l’Ad di Strada dei Parchi ha confermato che “Verranno installate entro il 2023 e che vi è una mappatura che fa il Ministero dei punti dove possono essere installate”.

Mentre sul caro pedaggi: “I sindaci chiedono di intervenire sul caro pedaggi, ricordo che per ogni euro che incassiamo dai pedaggi restituiamo 56 centesimi allo Stato a cui in questi anni Strada dei Parchi ha versato 840 milioni di euro. Io gestisco una società che è stata in perdita fino al 2017 e se mi abbattono ulteriori tariffe vuol dire che avrò ulteriori perdite. Se il Ministero ci viene incontro riducendo la percentuale che dobbiamo conferire allo Stato, potrebbe esserci un minore impatto sull’utenza”.

Continua a leggere

Attualità

Giornate ecologiche fa tappa a Cese, l’appuntamento è per domenica 23 settembre

Pubblicato

on

Avezzano – È in agenda per domenica 23 settembre un nuovo appuntamento per le Giornate Ecologiche organizzate dall’assessorato all’Ambiente del Comune di Avezzano a guida di Crescenzo Presutti. Oggetto dell’intervento sarà l’area di Cese.

Durante gli incontri organizzati con le associazioni presenti sul territorio e Tekneko,  in qualità di gestore della raccolta differenziata della città e co-organizzatore dell’evento, sono state individuate le aree che saranno ripulite da diverse squadre di volontari e sono diverse le associazioni che finora hanno dato un prezioso contributo alle attività di bonifica.

L’appuntamento è alle 9 in piazza Francesco Baracca, dove verrà distribuito da Tekneko il materiale necessario alla raccolta dei rifiuti (buste, guanti, ecc). L’Amministrazione invita tutta la cittadinanza a partecipare.

Continua a leggere

Attualità

Sophie Taricone appare in pubblico per la prima volta, impressionante la somiglianza col papà Pietro

Pubblicato

on

Trasacco – Sophie Taricone, figlia di Pietro Taricone Kasia Smutniak, è apparsa in pubblico per la prima volta e lo ha fatto sul rul red carpet della 75esima Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia insieme alla mamma e al suo nuovo compagno, il produttore Domenico Procacci. La somiglianza col papà è davvero impressionante e tutti non hanno potuto fare a meno di notarla. 

Sophie, oggi 14enne, aveva solo 5 anni quando, la mattina del 28 giugno 2010, Pietro Taricone rimase vittima di un incidente col paracadute nei pressi dell’aviosuperficie Alvaro Leonardi di Terni sotto gli occhi della compagna. L’attore morì il 29 giugno 2010 all’età 35 anni a causa delle gravi ferite riportate e da allora riposa nella tomba di famiglia a Trasacco.

Foto: www.deejay.it

 

Continua a leggere

Attualità

Donne a servizio della politica, Anna Paolini eletta coordinatrice delle donne democratiche della Marsica 

Pubblicato

on

Avezzano – Favorire la partecipazione e l’accesso delle donne nei luoghi della rappresentanza per nuove sensibilità vitali per il pluralismo e la democrazia rappresentano un valore aggiunto, questo il tema al centro dell’incontro. Ma tante le questioni all’attenzione del coordinamento pronte per essere affrontate in tante iniziative calendarizzate nei prossimi mesi nel territorio marsicano. Le donne Pd Marsica, nel corso dell’incontro hanno eletto coordinatrice la giovane professionista di Avezzano Anna Paolini, impegnata da anni nel sociale che dichiara “i valori legati alla parità di genere oggi assumono un rilievo sociale di più ampio respiro comune a tutti gli ambienti e gruppi politici che affrontano con maggiore sensibilità i problemi ad essi connessi. I temi della violenza sulle donne, delle disparità di genere legate al lavoro, alla disuguaglianza delle retribuzioni, alla carenza dei servizi a supporto della maternità, sono tutti insieme temi che richiedono un preciso approfondimento e che affronteremo ad uno ad uno con un puntuale appuntamento. Onorata per l’incarico ricevuto, mi attiverò per mettere in atto tutte le attività programmate sempre per la crescita del gruppo e a favore delle donne”. La rete democratica della Marsica si farà promotrice di un ascolto attivo e attento verso tutti coloro, uomini e donne, che sentiranno il bisogno di condividere problematiche e tematiche di attuale interesse.

Continua a leggere

Attualità

Luco dei Marsi, la classe del ’68 festeggia i cinquant’anni

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – Festa grande a Luco dei Marsi per la “classe 1968” che celebra il traguardo dei cinquant’anni. I festeggiati sono stati accolti nella sala consiliare del Comune dalla sindaca Marivera De Rosa, che ha portato gli auguri dell’Amministrazione e, dopo aver ripercorso brevemente gli eventi che hanno segnato il ’68, ha consegnato loro gli omaggi – rose rosse, per le donne, e vino della cantina Fucino per gli uomini – ricordando come i cinquant’anni rappresentino “L’età preziosa in cui si hanno insieme forze, esperienza e maturità per contribuire alla vita familiare e della comunità con competenza e affidabilità, ed è infatti l’età in cui si è in piena attività nel lavoro e si è punti di riferimento per i figli e per i propri genitori”. Un pensiero speciale è stato rivolto a Rosa Maria Bianchi, Adriano Lauri, Umberto Di Paolo, Mario Garofalo e a Sabatino Censorio, nati nel 1968 e scomparsi prematuramente. Dopo la celebrazione della Santa Messa e la visita al cimitero per commemorare i coetanei scomparsi, i cinquantenni hanno concluso la giornata di festa con una grande e gioiosa conviviale nel ristorante “Corallo” a Luco dei Marsi.

I nomi dei festeggiati: Pierino Angeloni, Raimondo Angelucci; Luca Bianchi; Luigi Bianchi; Maria Rita Blasetti; Sergio Bove; Giovanni Cappelletti; Clara Censorio; Angela Centroni; Gianni Ciaffone;  Divina Croce; Vittorio D’Andrea; Daniela D’Angelo; Anna Maria De Amicis; Anna Lucia D’Eramo;  Fabiola D’Eramo; Giacinta Di Cicco; Nicola Di Felice; Daniela Di Genova; Claudio Di Giamberardino; Fausto Di Giamberardino; Giampiero Di Gianfelice; Giovanni Di Gianfelippo;  Mario Di Gianfilippo; Antonella Di Matteo; Carmine Di Paolo; Dante Di Pasquale; Americo Fatato;  Giovanni Fosca; Giovanna Galli; Vittoria Lupi; Fausto Mari; Fabio Massaro; Gabriella Massaro; Loreta Massaro; Santina Massaro; Marco Nazzicone; Marco Oddi; Elisa Paris; Roberta Patrizi; Maria (Mariella) Petricca; Alberto Recinelli; Cristina Rizzi; Luciana Salucci; Emilia Sambucini; Pietro Santori; Alessandro Stornelli; Alessandro Tarquini; Mariano Tribuiani; Annalisa Venditti;  Antonio Venditti; Fabio Venditti; Nadia Venditti; Stefania Venditti; Stefano Venditti; Loredana Viola; Anna Votino.

Continua a leggere

Attualità

Piedicolle di Montereale, taglio del nastro per il Centro di raccolta intercomunale

Pubblicato

on

Provincia – Si è tenuta nella mattinata di venerdì 14 settembre, l’inaugurazione del Centro di raccolta intercomunale a servizio di Montereale, Capitignano e Campotosto, realizzato dal Comune di Montereale in zona artigianale Piedicolle e affidato alla gestione di Aciam, l’azienda consorziale d’igiene ambientale marsicana.

Il taglio del nastro, attuato da Massimiliano Giorgi, sindaco di Montereale, Maurizio Pelosi, sindaco di Capitignano, Luigi Cannavicci, sindaco di Campotosto, insieme a Lorenza Panei, presidente di Aciam, si è tenuto in un clima di festa, alla presenza delle autorità militari locali, delle Pro loco e degli alunni delle classi 4ª e 5ª della scuola di Montereale, presenti con le insegnanti, che hanno partecipato con entusiasmo anche a un’attività didattica sul posto. Nel Centro, che si estende per circa 500 mq, i diversi materiali saranno selezionati e poi inviati ai consorzi di filiera facenti capo al CONAI e al Centro di coordinamento RAEE. Soddisfazione è stata espressa dalla presidente di Aciam, Lorenza Panei, che ha sottolineato l’importanza di questa tipologia d’implementazione dei servizi, “Una scelta che mira al massimo recupero dei materiali”, ha ricordato la Presidente, “per la salvaguardia dell’ambiente e l’ottimizzazione delle risorse. Una strada in salita ma l’unica possibile per un futuro sostenibile”. Il CdR sarà accessibile nei giorni di giovedì, venerdì e sabato, dalle 9 alle 13, anche per il conferimento dei rifiuti ingombranti.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Continua a leggere

Attualità

Il prete antimafia don Marcello Cozzi ad Avezzano: dall’incontro con Gaspare Spatuzza alla difesa dei giornalisti d’inchiesta

Pubblicato

on

Avezzano – Don Macello Cozzi, il prete antimafia, ha presentato ad Avezzano il suo ultimo libro “Ho incontrato Caino – Pentiti. Storie e tormenti di vite confiscate alle mafie”. L’incontro, promosso dal Rotary Club di Avezzano, si è svolto ieri sera presso il ristorante Umami. Don Marcello Cozzi, già vicepresidente nazionale di Libera e oggi coordinatore del servizio nazionale antiracket e antiusura, è conosciuto principalmente per la sua attività vicina a testimoni o collaboratori di giustizia e pentiti di mafia.
“Non sono uno scrittore, cerco di fare il prete. – ha esordito – Tanti anni fa ho iniziato un cammino insieme a Libera, nata per fare in modo che la risposta all’aggressione mafiosa non fosse limitata ad una stagione, ma strutturata nella società civile, e per stare accanto ai familiari delle vittime innocenti di mafia che non hanno avuto uno straccio di verità o un frammento di giustizia. Quello dei familiari – continua – è un grido di dolore e di rabbia”.

Don Marcello Cozzi, che in venti anni confessa di aver incontrato centinaia di persone vicine alla mafia, nel libro meziona le esperienze più significative, quelle che lo hanno segnato maggiormente. Tra esse vi è l’incontro con Gaspare Spatuzza (membro di Cosa Nostra, implicato in 42 omicidi tra cui la strage di via D’Amelio e l’uccisione di Don Pino Puglisi ndr.) allora recluso segretamente al 41 bis nel carcere dell’Aquila. “Mi viene incontro come se fossimo stati amici da sempre, ma ci vollero mesi per entrare in confidenza. Si aprì quando iniziai ad incontrarlo non più nel parlatorio, ma nella sua stanza. Spatuzza – continua –  Non parlerà quasi mai di fatti di mafia, ma principalmente del suo cammino personale interiore. Ad un certo punto però io gli chiesi in che modo si può sconfiggere la mafia. Lui mi risposte che sarebbe sufficiente un ufficio reclami. Spatuzza – spiega – con questa frase intendeva sottolineare l’assenza dello Stato che spinge verso l’illegalità, verso le mafie. Egli, infatti, si avvicinò al mondo mafioso per capire che fine avesse fatto il fratello maggiore vittima di lupara bianca”.

Don Marcello Cozzi si sofferma successivamente sulle storie delle donne di mafia, quelle trattate come fossero oggetti che, nello stesso tempo, rivestono un ruolo di supporto nell’organizzazione mafiosa, come la custodia delle armi, e che  spesso prendono il posto dei loro uomini quando questi finiscono in carcere o vengono uccisi. Alle donne di mafia, destinate a vestire di nero per tutta la vita, spetta poi di dover vendicare padri, mariti o fratelli uccisi per mano mafiosa. “Non esistono buoni per sempre e non esistono cattivi per sempre. Questo mi hanno insegnato le persone che ho incontrato. E’ la loro sofferenza ed il loro tormento che mi restituisce speranza – conclude il prete antimafia cercando di fornire un senso alla sua missione che egli stesso ha definito laica e religiosa nello stesso tempo. Infine Don Marcello Cozzi spezza una lancia a favore dei giornalisti d’inchiesta esprimendo vicinanza a Salvo Palazzolo, firma di punta di La Repubblica, oggetto in questi giorni di perquisizioni e sequestri per la sua attività di inchiesta sulle stragi di Capaci e via D’Amelio. “Siamo in un Paese strano – commenta, mostrando tutto il suo disappunto a riguardo.

Nel corso dell’incontro è intervenuta anche il magistrato avezzanese Bianca Maria Serafini, che sul tema ha fornito un’importante testimonianza personale. Oggi magistrato di sorveglianza presso il Tribunale dell’Aquila, in passato è stata giudice penale proprio in terra di ‘Ndragheta. Federica Di Marzio 

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com