Politica

Avezzano ospita gli immigrati, Antonelli: “I fascisti stanno facendo un casino dell’altro mondo”

“Il Vescovo di Avezzano, d’accordo con il comune, ha aperto le porte dell’ospitalità ad una cinquantina di immigrati che, in compenso, faranno gratuitamente lavori di manutenzione del verde e servizi ausiliari per il traffico. Bella iniziativa ed anche buona”. Lo rende noto Aldo Antonelli, che aggiunge: “I fascisti della destra e gli sfascisti di Casa Pound, invece, stanno facendo un casino dell’altro mondo. Modi diversi di pensare e di vedere le cose, noi in coerenza con il nostro sentire civile ed i nostri principi morali, loro in piena rispondenza con le loro farneticazioni ventriloque e viscerali. Condivido, faccio mio e diffondo – conclude Antonelli – il comunicato di alcuni amici. Voi fate altrettanto”.

<<In periodi di crisi si fa fatica ad accollarsi altri pesi che non sembrano appartenerci. Eppure siamo di fronte a fenomeni di migrazione imponenti e dovremmo essere in grado, noi che siamo in una parte del mondo sviluppata e in pace, di saper accogliere persone che fuggono da guerre, fame e povertà, anche senza distinguere tra rifugiati e migranti. Ma siamo investiti dalle nostre povertà materiali e culturali che spesso ci impediscono di vedere persone, dietro le quali ci sono disperazione e tragedie. Noi siamo cittadini del mondo e siamo colpiti nel profondo dalle ingiustizie e dalle tragedie che si abbattono su Parigi, Bruxelles, Orlando, Libia, Turchia, Siria: non possiamo piegarci, né abituarci a ingiustizie e terrore. Alziamo la testa a difesa di valori universali della persona, di qualsiasi nazionalità, di qualsiasi colore, di qualsiasi genere perché la vita è una sola e la dobbiamo difendere nella sua dignità, ovunque. Anche ad Avezzano. Ben vengano iniziative come quelle assunte dal comune e dalla Diocesi dei Marsi, in cui una cinquantina di migranti si occuperanno volontariamente e gratuitamente di manutenzione, verde pubblico e servizi ausiliari del traffico. Ciò contribuirà a rendere più vivibile la nostra città, a dare dignità a persone in cerca di accoglienza e a dare un senso ad una vita disperata e spesso tragica. E ci farà migliori, nelle nostre diversità, nei nostri affanni, nelle nostre vite quotidiane>>.

 

1 Comment

1 Comment

  1. giovannipiacentino

    28 giugno 2016 at 19:16

    in pratica il vescovado riceve 38 euro al giorno per migrante e gli stessi vengono fatti lavorare. in campania ( a castel volturno , mondragone ecc. ) esistono organizzazioni che si fanno dare i soldi procurando lavoratori alle campagne. nella lingua locale lo chiamano caporalato. invece di spendere soldi per questi ospiti non invitati si sarebbero potuti fare gli stessi lavori assumendo 50 locali dandogli 38 euro al giorno. per uno stipendio di 1140 euro al mese penso che molti ragazzi avrebbero accettato il lavoro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top