Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Avezzano Calcio

Avezzano, la giornata più nera…


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Parole di fuoco del Presidente Paris al termine della gara persa malamente con il Paterno. Come dargli torto, la sua Avezzano, dopo un avvio promettente nei primi dieci minuti, si perde tra le maglie neroverdi del Paterno; fatica a trovare una fluida manovra e non si rende mai pericoloso.
Anzi, è il Paterno nel primo tempo che riesce a fraseggiare e sviluppare una manovra più fluida e concludere di più in porta. L’Avezzano con la testa altrove è riuscita a correre seri pericoli addirittura dalle rimesse da fondo campo del portiere ospite ed è riuscita a tirare nello specchio della porta una sola volta, da lontano, con un tiro debole e centrale di D’Alessandro.
L’Avezzano forse non credeva di trovarsi un Paterno così determinato, aggressivo e forte, che non ha consentito di ragionare al centrocampo biancoverde e di conseguenza i giocatori si sono innervositi, peggiorando ancora di più la situazione.
Cini si è fatto espellere per una gomitata a Vernile, che è dovuto ricorrere al pronto soccorso. Per non parlare di D’Alessandro, che prende la quinta ammonizione in sei partite, di cui due oggi, lascia la squadra in nove e concede il rigore a favore degli avversari. Batte Aquino e porta in vantaggio il Paterno. Era il 18′ del secondo tempo.
A dirla tutta il rigore è venuto a seguito di un liscio di Cosenza, che ha spalancato la fascia a Cordischi, Palla in area, D’Alessandro è in ritardo su Aquino, che subisce fallo da rigore.
Al 27′ è Moro (tenuto a riposo non si sa perché) che di testa impegna per la prima volta il portiere Di Girolamo. Al 32′ Bolzan si libera due volte di Menna e di sinistro batte l’altro Di Girolamo, per il 2 a 0. Un minuto dopo Iommetti dalla destra, cross in area e Aquino da due passi fa lo 0 a 3. Al 40′ è Renato Albertazzi a mancare il quarto gol del Paterno.

AVEZZANO: Di Girolamo, Menna, Iafrate, D’Alessandro, Fuschi (al 26’ st Moro), Tabacco, Puglia (al 15’ st Catalli), Kras, Shiba, Cini,  Morelli Fed. (al 15’st Cosenza). A disposizione: Paghera, Camporesi, Felli, Di Genova. Allenatore: Luigi Morgante

PATERNO: Di Girolamo, Vernile (al 13’st Marinucci) , Di Lisio, Tuzi Massimiliano, Tuzi A., D’Amico, Santucci (al 26’st Albertazzi) , Iommetti, Aquino, Bolzan, Aureli (al 17’st Cordischi). A disposizione: Fegatilli, Fosca, Salvati, Sabatini. Allenatore: Fabio Iodice

Arbitro: Franco Iacovacci  di Latina (Cicchetti  e Boffa)

Reti: 18’st Aquino su rigore, 32’st Bolzan, 33’st Aquino

Espulsi: Cini e D’Alessandro

Ammoniti: Iafrate  (Avezzano); Bolzan e Cordischi (Paterno)

2 Comments

2 Comments

  1. marco

    6 ottobre 2014 at 10:02

    ahahahah lo sapevo io e lo avevo già detto una settimana fa, quando la fortuna che ci ha assistito a san salvo finirà allora faremo i conti con la realtà ossia che questa squadra non vale un centesimo ed è lontanissima parente della squadra che lo scorso anno arrivò seconda dinanzi all’imprendibile san nicolò. allora si esonerava ad un mese dalla fine del campionato senza motivo, oggi invece si mandano via tutti e solo adesso si è capito che questa squadra non vale un centesimo per come è stata costruita e per come è mandata in campo.
    dopo la partita col san salvo erano tutti contenti e felici ed il presidente diceva che bisognava giocare e vincere in quel modo, che così si vincono i campionati (???) ma quale partita hai visto? col san salvo è stato uno schifo 1 tiro un gol, la partita l’ha fatta il san salvo che vi ha messo k.o. e solo grazie all’imprecisione ed alla fortuna avete vinto.
    ringraziasse i santi in paradiso e la fortuna che è ancora primo in classica ed il campionato ancora non è compromesso perché manca una squadra ammazzacampionato, senno oggi stavamo già parlando di campionato chiuso e stavamo già a pensa ai play off. svegliaaaaaaaaaa.

  2. roberto

    6 ottobre 2014 at 11:55

    scusate se mi permetto ma secondo me bisognava puntare su un allenatore che conoscesse bene l’eccellenza tipo scatena del Capistrello che si sapeva che non avrebbe rifatto il campionato dell’anno scorso col Capistrello ed era un ottimo elemento. prendere uno giovane come morgante che l’eccellenza non la conosce è stata una mossa azzardata che non ha pagato. mi dispiace dirlo ma il presidente dimostra di non capirci di calcio, parla sempre per dire degli errori degli altri, ma degli errori fatti da lui ma non ha mai detto niente? lui è quello che azzecca sempre tutte le mosse? è inutile che adesso se la prende con tutti l’ha scelti lui giocatori, dirigenti ed allenatore. se ne assuma le responsabilità.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top