Avezzano Calcio

Avezzano in giornata no contro il Montorio

Dopo le cinque vittorie consecutive ci si aspettava dall’Avezzano qualcosa in più, invece è stato il Montorio a fare tombola.

L’Avezzano ha dimostrato, ovvero ha confermato, di essere una squadra in grado di poter perdere con tutte, di poter subire gol da qualsiasi squadra anche quelle di categoria inferiore che affronta in amichevole nelle partitelle del giovedì e cosa ancora più grave è che quando le squadre avversarie giocano nella metà campo dell’Avezzano danno sempre l’impressione di poter fare gol da un momento all’altro.

Oggi, dopo 28 minuti la partita poteva considerarsi chiusa. L’Avezzano, che ha giocato solo per i primi cinque minuti ha subìto gol, come spesso accade, alla prima occasione degli avversari, poi si è disunito, tanta confusione, poco ordine e nessun tiro in porta degno di questo nome.

Dopo una buona partenza illusoria dell’Avezzano è il Montorio al 6’ ad andare in gol: lancio sulla destra di Di Silvestre, Mosca di testa prolunga la traiettoria della palla per Di Giorgio che arriva a fondo campo, converge e serve all’indietro lo stesso di Mosca, traversone in area, Ridolfi mette in rete.

L’Avezzano prova a pareggiare ma Catalli dalla distanza tira alto. Al 12’ Moro e Catalli si litigano il pallone intercettato da un difensore, il tiro di Catalli risulterà debole e centrale. Al 21’ velocissima ripartenza dell’Avezzano, ma Miccichè dopo aver percorso palla al piede tutto il campo, non ha più la forza per concludere bene in porta, il tiro è debole e centrale.

Al 25’ il Montorio sfiora il raddoppio su calcio d’angolo con la sfera deviata nella propria porta da un difensore dell’Avezzano. Al 28’ altro calcio d’angolo, Moro sul primo palo, nel tentativo di rinviare colpisce quel tanto la palla da prolungare la traiettoria ma nella propria porta, esattamente allo stesso modo della gara con il San Salvo. Al 31’ punizione per l’Avezzano dalla destra, batte Kras, colpo di testa in area di Tabacco centrale, facile preda di Di Giuseppe.

Nel secondo tempo aumenta la confusione. Il primo tiro in porta dell’Avezzano arriva al 16’ con Moro di testa, ma anche questa volta il tiro è debole e centrale.

Al 24’ Puglia, servito da Bittaye in diagonale, tira in porta senza impensierire il numero uno locale. Al 29’ l’occasione più nitida della gara per l’Avezzano che capita sui piedi di Miccichè che in diagonale, da buona posizione, tira fuori dello specchio della porta.

Al 39’ è Puglia ad impegnare per la prima volta il portiere Di Giuseppe. Nel finale l’Avezzano accorcia con Miccichè ad un minuto della fine della gara: il portiere Di Giuseppe, che anche lui evidentemente voleva dare il suo contributo alla vittoria sull’Avezzano, ha fatto melina e l’arbitro lo ha ammonito, ha protestato e l’arbitro lo ha ammonito per la seconda volta estraendo il cartellino rosso.

Ultimi 90 secondi di gioco con il Montorio in dieci, ma non c’è l’occasione per l’Avezzano di tirare in porta per saggiare le doti del giocatore portiere.

Ecco il tabellino dell’incontro:

MONTORIO 88 – AVEZZANO 2-1 (2-0)

MONTORIO 88: Di Giuseppe, Di Silvestre, Pierleoni, Catini (al 18’st Islamovski) Di Giulio, Sacchetti, Di Giorgio, Mosca, Ridolfi (al 34’st Aristeo), Potacqui, Pallitti (al 18’st Coccia). A disposizione: Corletti, Roticiani, Maqkaj, Fragassi. Allenatore: Edmondo De Amicis

AVEZZANO: Ciciotti, Felli, Tabacco, Sassarini, Menna, Di Francia, Kras, Diarra (al 1’st Puglia), Moro, Catalli (al 34’st Bittaye), Miccichè. A disposizione: Di Girolamo, Camporesi, Di Biase, Di Pippo, Bontempi. Allenatore: Alessandro Lucarelli

Arbitro: Antonio Notarangelo di Cassino (Consalvo di Lanciano e Di Tommaso de L’Aquila)

Reti: 6’pt Ridolfi (Montorio), al 28’pt autogol di Moro (Montorio), 46’st Miccichè (Avezzano)

Espulso; 49’st Di Giuseppe (Montorio)

Ammoniti: Di Giuseppe, Sacchetti, Potacqui, Islamovski ( Montorio)

1 Comment

1 Comment

  1. Friedrich Già EstebanVihaio VonRothbard

    Friedrich Già EstebanVihaio VonRothbard

    16 febbraio 2015 at 12:43

    Squalifica aquino e bolzan alla frazione e poi ne riparliamo?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top