Politica

Avezzano, il consigliere Chichiarelli scrive all’Anac per il blocco degli appalti pubblici


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Di seguito si riporta il testo della missiva inviata all’Anac dal consigliere comunale avv. Stefano Chichiarelli.

Egregio presidente Cantone, 

Le scrivo in qualità di consigliere comunale di Avezzano per significarle quanto segue: accade sovente (da ultimo cfr quotidiano “Il Centro” del 18.08.2016) che il sindaco di Avezzano, dott. Giovanni Di Pangrazio, imputi a recenti normative varate dal Governo oppure direttamente all’autorità anticorruzione da Lei presieduta (Anac), non meglio specificati intralci che, sempre secondo il sindaco, starebbero ritardando l’iter di importanti opere pubbliche. Tra le opere in Avezzano, in qualche modo bloccate dalle recenti normali e dall’Anac, sarebbero il rifacimento di Piazza Risorgimento con annessa fontana monumentale ed il restyling di Villa Torlonia ed annesso parco. 

Ma vi è di più. Sarebbe ancora da imputare alla normativa ed all’Anac, secondo l’originale pensiero del sindaco, la difficoltà a rinnovare una serie di importanti appalti scaduti sui quali l’amministrazione ha accumulato inspiegabili ritardi (solo a titolo di esempio, cito la manutenzione del verde pubblico, la gestione della piscina comunale, etc.). 

Nella mia qualità di consigliere comunale, sono pertanto a chiederLe di sapere quali siano gli appalti del comune di Avezzano attualmente “bloccati” presso Anac e quali siano le difficoltà che impedirebbero all’amministrazione di procedere celermente sia nella realizzazione di importanti opere pubbliche sia nel rinnovo tempestivo di contratti da tempo scaduti. E sono costretto a rivolgermi direttamente a Lei, a tutela dell’interesse pubblico e della collettività amministrata, in considerazione dell’assoluta impossibilità di reperire informazioni trasparenti ed attendibili da parte dell’attuale amministrazione. 

A pensare male si fa peccato, ma spesso si azzecca. Dalle evidenze documentali parziali disponibili, appare evidente che il sindaco di Avezzano, per coprire ritardi ed errori di un’amministrazione politicamente paralizzata ed incapace di portare a termine le importanti opere pubbliche promesse alla città, stia provando ad applicare l’antica tecnica dello scaricabile. La colpa della mancata azione amministrativa è sempre di qualcun’altro, ora sarebbe colpa dell’Anac. 

Ebbene, lo scaricabile deve finire qui. Per questo resto in attesa di Sue nuove sugli appalti “bloccati” e connesse gestioni pubbliche in Avezzano. 

RingraziandoLa per l’attenzione, l’occasione mi è gradita per inviare i più cordiali saluti. 

Avezzano, lì 24.08.2016                    

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top