Attualità

Avezzano, grande emozione al centenario della morte di Nazario Sauro

Ieri, domenica 7 agosto alle ore 19, si è svolta ad Avezzano la celebrazione del centenario della morte di Nazario Sauro. L’incontro pubblico, inserito all’interno della Settimana Marsicana ed avvenuto nella sala conferenze del palazzo Torlonia, ha visto protagonista il nipote di Nazario, ovvero Romano Sauro. Presenti alla cerimonia, tra gli altri, Boccia Ferdinando Fiore e Ilio Leonio, rispettivamente vice sindaco di Avezzano e vice presidente della Pro Loco di Avezzano. Romano ha subito catturato l’attenzione del pubblico raccontando la storia della sua famiglia ed in particolare del nonno Nazario. Il tutto è avvenuto tra varie interpretazioni di Romano del suo libro e battute che hanno reso l’incontro interessante e vivace. Il momento clou della cerimonia è arrivato durante i racconti delle vicende che hanno reso indissolubile nella storia il rapporto tra Nazario e la città di Avezzano.

“Nel 1915 – ha raccontato Romano – la Marsica fu colpita da un devastante terremoto, e nonostante l’assenza dei mezzi di comunicazione attuali, la notizia arrivò in mezza giornata a Venezia, dove si trovava proprio Nazario Sauro. Egli organizzò un equipaggio di circa 60 uomini (Legione Mestre), che nel minor tempo possibile giunse ad Avezzano per prestare soccorso ai terremotati. Nel cuore della città colpita, salvò due bambini, uno si chiamava Nello”. Le parole di Romano a quel punto sono state interrotte da un momento di forte commozione: <<Io sono il figlio di Nello>>: il figlio di quel bambino salvato era presente in sala, accolto dal pubblico con un lungo applauso. “Mio nonno – ha concluso Romano – ha prestato soccorso anche a Cese, zona rimasta in quel frangente completamente isolata”.

La cerimonia si è conclusa con il dono da parte di Romano al comune di Avezzano di una fotografia originale che ritrae il nonno Nazario a Cese. Il vice sindaco, al momento della consegna del regalo, ha espresso emozione ed ha dichiarato di voler realizzare una cerimonia che riguarderà la messa in cornice della foto presso il comune di Avezzano. In segno di rispetto e riconoscenza, Ilio Leonio ha espresso pubblicamente al vicesindaco Boccia il desiderio di voler attribuire la cittadinanza onoraria a Romano.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top