Appuntamenti della settimana

Avezzano, congresso regionale sul tema delle patologie vascolari

Non solo patologie vascolari ma anche filosofia, diritto e letteratura nel rapporto tra medico e paziente al quarto congresso regionale Siapav Abruzzo-Molise, che per la prima volta si tiene ad Avezzano per iniziativa di Mauro Pinelli, direttore del servizio Angiologia dell’ospedale di Avezzano. L’incontro, dal titolo ‘Aggiornamenti in tema di patologia vascolare’, si terrà sabato 12 settembre alle ore 8.30 presso l’agenzia per la promozione culturale. Il dibattito verterà su 4 tematiche: tromboembolismo venoso, malattie croniche venose, fibrinolisi nello stroke ischemico e stenosi della carotide.

Saranno presenti 100 specialisti della materia, compresa la presidente della Siapav (società italiana di angiologia e patologia vascolare), Adriana Visonà che, insieme a clinici della branca come Gualtiero Palareti di Bologna e Massimo Cappelli di Firenze, si confronteranno sulle problematiche più importanti del settore. Oltre ai capi dipartimento della Asl e ai direttori di vari servizi, interverrà il prof. Felice Casucci, docente di diritto dell’Università di Benevento, che terrà una lettura con rimandi alla filosofia, alla letteratura e alla legge sul rapporto medico-paziente.

“Il congresso – dichiara il dr. Pinelli – costituisce un’occasione importante per l’ospedale di Avezzano, che dispone di un team di alto livello composto dai servizi di chirurgia vascolare, radiologia interventistica, neurologia e angiologia. Le cifre dei pazienti (30%) in arrivo da regioni e province limitrofe sono la certificazione di questo livello di eccellenza. La sola unità operativa di Angiologia esegue ogni anno circa 8.000 prestazioni, tra cui quelle per la terapia conservativa delle vene varicose. Da oltre un anno – aggiunge Pinelli – utilizziamo nuovi anticoagulanti che si assumono per via orale, grazie ai quali il paziente non è più costretto a sottoporsi a frequenti controlli di laboratorio: attualmente sono un centinaio i soggetti seguiti da noi con questi farmaci”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top