MarsicanewsTV

Auguri a nonna Francesca, 100 anni fa nasceva una Celanese Doc

Una nonna da 100 e lode, con bacio accademico incluso. A Celano, le donne ringiovaniscono invecchiando bene. La signora Francesca Natale, in occasione del suo onomastico, festeggiato il giorno 5 ottobre scorso, ha spento fra figli, nipoti e parenti affiatati 100 candeline su una maxi torta di compleanno al gusto di panna, cioccolato e di vittoria sulla vita vera, vissuta fino in fondo. Una meta, la sua, a detta dei suoi discendenti, attesa da tutta la comunità celanese, essendo lei l’amazzone ufficialmente più anziana della città marsicana. Francesca è nata il 4 ottobre del 1915, a un passo e mezzo in avanti, quindi, dall’incubo del grande sisma distruttore.

Il sapore dolce della realtà, in fondo, combacia anche con questo. Una delle sue nipoti, Catia Cleofe, ascoltata da Marsicanews, così ha commentato il lieto evento: «Una nonna combattente la mia, che ha dedicato gran parte della sua vita al lavoro. Mia nonna e’ nata 10 mesi dopo il tragico evento del terremoto. E’ cresciuta, quindi, a cavallo fra la distruzione sociale e materiale marsicana e la guerra: il suo DNA è quello di una vera guerriera esperta della vita dura. Ora, a guardarla bene, mentre gioca con mia figlia, di appena cinque anni, teneramente accoccolata sulle sue ginocchia, provo un’emozione incredibile: ha dato e continua a dare l’essenza alla nostra grande famiglia».

Nonna Francesca vive attualmente a Celano, assieme alla mamma di Catia. La festa, celebrata fra le quattro mura della sua culla nativa, l’ha vista, per un giorno solo, incoronata regina della famiglia. «Anche se lei, in fondo, lo e’ sempre stata. Noi familiari siamo stati contattati dall’Associazione ‘Anziani’ di Celano, la quale, il giorno stesso del suo centesimo compleanno, ha voluto renderle onore e omaggio con la consegna di una targa ricordo». Tre figlie predilette, 10 nipoti affettuosi e 8 pronipoti compongono la sua cavalleria di eredi di prima scelta. La signora Francesca è rimasta vedova quattro anni fa circa: in un secolo di storia, la sua persona, ha subito tanti colpi bassi all’anima quante pacche fortunate sulle spalle.

«E’ sempre stata la mamma di tutti. – aggiunge Catia – La sua più spontanea qualità è, senza dubbio, l’allegria, mista ad una buona dose di ottimismo. Al contrario, il suo peggior difetto si riassume nella sua proverbiale testardaggine, la quale altri non è se non il difetto bonario più famoso della popolazione marsicana. Nonna Francesca è una donna di polso che, ancora adesso, tira le fila e le redini di una famiglia numerosa. «Io la amo definire una donna d’altri tempi – afferma Catia – che, a 100 anni, ancora fa rispettare le sue regole in famiglia».

Presente alla piccola cerimonia casalinga, anche il primo cittadino della città marsicana del Castello Piccolomini, Settimio Santilli, che ha scelto di trascorrere la domenica lontano dalle carte burocratiche e vicino ai richiami cartacei del cuore. Nonna Francesca saluta la vita col centesimo giorno scavalcato. Dona, a chi ha la fortuna di conoscerla, l’impronta di una bella immagine di donna fiera, di cittadina battagliera e di madre onnipresente.

«La frase più bella che le ho sentito pronunciare di questi tempi, mentre, un giorno, mia madre le pettinava i capelli dinanzi ad uno specchio, è stata questa, affermata rigorosamente in celanese: ‘ma tu a me li daresti 100 anni?’. Lei dice di non sentirseli addosso e noi, a vederla così, fresca di energie e piena di vitalità, abbiamo difficoltà a credere il contrario». Chiusi negli spicchi di vita vera, ci sono i compleanni: squilli di tromba annuali atti a ricordare allo spirito e alla memoria che non si vive mai, in fondo, solo per se stessi, ma anche per lasciare al mondo parte della nostra personalità. Una donna ch sopravvive al tempo con la lucidità tipica della mente è una donna fortunata. «Il mio segreto? – ha esordito di fronte alla platea familiare – Chiedetelo al Signore. Io, in fondo, ho solo 100 anni!».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top