Cronaca e Giudiziaria

Assunzione pilotata della moglie tra i vigili, rinviato a giudizio l’ex sindaco con altri quattro

Avezzano – Sono stati rinviati a giudizio, per il reato di abuso d’ufficio in concorso, Pino Angelosante, ex sindaco di Ovindoli, l’ex vice sindaco Marco Iacutone, Berardino Polla e Carlo Bianchini, amministratori, e Cesidio Falcone, al tempo dei fatti segretario comunale.

I fatti contestati risalgono al 2012 , quando, secondo gli inquirenti, i cinque misero in atto una serie di azioni volte a permettere l’assunzione nell’ufficio di polizia municipale della moglie di Pino Angelosante.

In particolare, fu modificato indebitamente un bando di concorso per l’assunzione di un agente di polizia municipale – originariamente di categoria D, per l’individuazione di un comandante di stazione – ‘declassato’ in C, categoria per la quale la donna era prima in graduatoria al Comune di Cappadocia, ente al quale Falcone chiese di seguito il nullaosta per attingere alla graduatoria detta, in base alla convenzione stipulata tra i due Comuni e sottoscritta dall’ex vicesindaco Marco Iacutone.

L’indagine scaturì da una denuncia di Giancarlo Sociali, comandante della polizia locale associata di Cerchio-Collarmele- Ortona e Bisegna, che denunciò irregolarità nell’emanazione e nella gestione del bando di concorso. La prima udienza è stata fissata dal gip Maria Proia al prossimo ottobre.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top