Ultim'ora

Assolto dopo un incubo durato quasi quattro anni

E’ questo l’epilogo di una vicenda giudiziaria iniziata in una calda estate di metà agosto 2013 e terminata in una fredda giornata di fine dicembre.

C.C. di Avezzano pensionato di 67 anni frequentatore sporadico di un bar in pieno centro, secondo il racconto di una giovane ed avvenente fanciulla che espletava la qualifica di barista, avrebbe dopo svariati approcci con la stessa, tentato di sedurla contro la sua volontà, con promesse, regali, effusioni ed un non gradito tentativo di approccio sessuale consistito nei palpeggiamenti della parti intime e ciò all’interno del locale pubblico, ove a dire della medesima, tutto sarebbe stato ripreso dalle telecamere interne.

Gli uomini del locale commissariato, dopo aver sentito la donna che denunciava il non più giovane personaggio e dopo aver tentato invano di estrapolare le fugaci immagini dell’approccio, tuttavia dovevano arrendersi, visto che inspiegabilmente le telecamere interne non avrebbero registrato nulla di quanto dedotto dalla fanciulla. Obbligatorio quindi procedere ad incidente probatorio dove la donna veniva sentita alla presenza dell’allora Gip del Tribunale di Avezzano Dr. Taviano, alla presenza del P.M. Dr. Savelli Roberto che aveva a richiedere tale mezzo di prova ed alla presenza del difensore dell’attempato personaggio locale Avv. Roberto Verdecchia. La fanciulla ripercorreva quanto vissuto nelle primissime ore del pomeriggio di agosto, commettendo tuttavia una ricostruzione non esente di contraddizioni. Contraddizioni che a seguito del giudizio abbreviato tenutosi davanti il Gup del Tribunale di Avezzano Dr.ssa M. Proia, non hanno potuto che far riconoscere l’estraneità del sessantasettenne, visto che il giudice ho ha mandato assolto, seppur con la formula seppur dubitativa, per non aver commesso il fatto, accogliendo la tesi difensiva, disattendendo quindi le richieste del p.m. che di contro aveva avanzato una condanna di anni due e mesi due di reclusione prediligendo nel caso di specie una violenza sessuale di minore gravità.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top