Connect with us

Sanità

Asl e suoi assistiti, quando il danno non basta…

Pubblicato

on

Oltre al danno anche la beffa: malati oncologici costretti a trasferte estenuanti a L’Aquila per la radioterapia e senza alcun tipo di rimborso. È la situazione dei pazienti marsicani malati di tumore che, oltre a far fronte a una malattia molto aggressiva, devono fare i conti anche con una burocrazia e una politica che resta indifferente e che, spesso, ci mette anche del suo per peggiorare la situazione. Non ci sono i soldi e non da oggi.

La sospensione dei rimborsi fu infatti disposta con una determina dirigenziale della Regione Abruzzo, firmata nell’ottobre 2010 e nonostante le reiterate proteste nulla è cambiato da allora.

Abruzzo

Un’ambulanza di primo soccorso da Ovindoli, Angelosante consegna il mezzo alla vice presidente nazionale della Croce Rossa Italiana Maria Teresa Letta

Pubblicato

on

Ovindoli. E’ stato consegnato questa mattina, in comodato d’uso, dal sindaco di Ovindoli Simone Angelosante, il mezzo WV CRAFTER 4×4 alla delegazione della Croce Rossa Italiana di Ovindoli, afferente al Comitato della CRI di Avezzano.
Il mezzo, consegnato nelle mani della professoressa Maria Teresa Letta, vice presidente nazionale della Croce Rossa Italiana, acquistato con le donazioni della cittadinanza ovindolese e di tutti i turisti affezionati, in particolare grazie a Marco Angelosante e all’impegno dei membri della locale CRI, verrà allestito quale ambulanza di primo soccorso dal comitato di Avezzano e sarà in servizio ad Ovindoli subito dopo Pasqua.

Continua a leggere

Abruzzo

MANAGER ASL, PAOLUCCI RISPONDE A FEBBO 

Pubblicato

on

Il consigliere regionale del Pd Silvio Paolucci replica alle dichiarazioni di Mauro Febbo (Forza Italia) in merito alla proroga del contratto al direttore generale della Asl Lanciano – Vasto – Chieti, Pasquale Flacco. “Voglio ricordare al collega Febbo – dichiara Paolucci – che il prossimo 15 marzo decadranno i direttori generali delle Asl di Chieti e L’Aquila e quindi spetterà al nuovo governo regionale di centrodestra nominare i nuovi. Peraltro sono state anche avviate le procedure e pertanto, di fatto, il nuovo governo regionale avrà la possibilità, appena insiediatosi, di nominare due nuovi manager. Abbiamo lasciato loro una possibilità che noi, nel 2014, non abbiamo certo avuto. L’accusa di Febbo è infondata in quanto tutti gli atti compiuti sono corretti. La legittimità del provvedimento al quale si riferisce è demandata alla struttura tecnica che ha firmato la proposta di delibera – ricorda Paolucci –mentre da parte mia non c’è stata nessuna forzatura o “arbitrio” né tantomeno stranezze dal punto di vista normativo perché, lo sottolineo ancora, la legittimità degli atti non è di competenza dell’organo politico. E’ evidente che il Consigliere Febbo desidera ricoprire il ruolo di assessore regionale alla Sanità e voglia occuparsi della gestione sanitaria ma per il primo obiettivo dovrà rivolgersi alla Lega di Salvini mentre per il secondo deve capire che si tratta di un’attività di competenza delle Asl e non certo della giunta regionale. A lui ricordo, ancora una volta, che il confronto politico dovrebbe essere svolto con più correttezza senza questo continuo ricorso alle denunce, peraltro a vuoto, che hanno contraddistinto il suo modo di fare in questi anni”. “E lo invito – conclude Paolucci – ad adoperare termini più appropriatati e rispettosi nei confronti del sottoscritto che non ha mai operato con arbitrio o forzature nei confronti della struttura, men che meno verso i colleghi di giunta o del presidente della Regione.

Continua a leggere

Avezzano

Trasferimento Cim:Precisazioni dell’Amministrazione Comunale

Pubblicato

on

In merito alla preoccupazione espressa dai genitori degli alunni che
frequentano le lezioni nella struttura “Noesis” per via del trasferimento
degli uffici del Cim
l’amministrazione comunale precisa:

“Gli ambulatori del Centro Salute mentale saranno trasferiti in uno stabile
che non è quello che ospita la scuola. Si tratta di stanze che si trovano
in tutt’altra area rispetto a quella in cui si trovano gli studenti”.

Tale comunicazione era stata già diffusa ufficialmente dalla stessa Asl,
tramite il proprio ufficio stampa.

Continua a leggere

Altri articoli

TRASFERIMENTO CIM AL NOESIS: LE PRECISAZIONI DI TORDERA

Pubblicato

on

AVEZZANO – “Gli ambulatori dei medici saranno collocati in uno stabile staccato, separato e distante dall’edificio che ospita la scuola e quindi non vi sarà alcun contatto tra medici e pazienti con gli scolari che frequentano la scuola al Noesis”
Lo precisa il manager della Asl, Rinaldo Tordera, in merito al trasferimento degli studi medici del centro di salute mentale di Avezzano dalla sede di via Di Gianfilippo (in fase di ristrutturazione) al complesso Noesis.
“Il 23 febbraio prossimo”, aggiunge Tordera, “gli ambulatori del servizio salute mentale verranno spostati sì al Noesis ma in ambienti che si trovano in un’altra area rispetto alla scuola. Peraltro la nuova sede (provvisoria) del servizio avrà un ingresso del tutto indipendente e ospiterà i pazienti solo limitatamente alle visite, non essendo previsto soggiorno o pernottamento”
“Sono pertanto infondate le preoccupazioni espresse dai genitori degli scolari, ingenerate da una errata comunicazione”
“Per quel che invece riguarda ‘La Crisalide’, prosegue Tordera, “i pazienti seguiti dalla questa cooperativa saranno assistiti alla residenza dei Marsi, situata nell’area del nucleo industriale di Avezzano. Tale spostamento avverrà in tempi brevi poiché l’iter è stato già avviato ed è in fase avanzata”

Continua a leggere

Abruzzo

CLINICA VILLA LETIZIA L’AQUILA: AL VIA TEST SU GENOMA UMANO, NON INVASIVO E ALL’AVANGUARDIA PER PREVENZIONE CANCRO

Pubblicato

on

Stati:” nuova frontiera, unici in Abruzzo” . Servizio attivato in collaborazione con Dante Labs.

L’AQUILA.

Valutare la predisposizione genetica e quindi prevenire il rischio di cancro ereditario e di altre gravi patologie genetiche, per il paziente, ed anche per suoi figli e parenti, attraverso un test sul genoma umano, non invasivo e all’avanguardia, visto che si effettua con un semplice prelievo della saliva.

L’innovativo servizio, considerato la nuova frontiera per la prevenzione, è stato attivato, unico in Abruzzo, nella clinica privata Villa Letizia di Preturo (L’Aquila): è curato, in particolare, nel laboratorio analisi della casa di cura, grazie ad un accordo sottoscritto con la Dante Labs, società leader nella fornitura di servizi di test genetici e biomolecolari sul genoma umano, con sede a L’Aquila e a New York, fondata dal giovane aquilano, trapiantato negli States, Andrea Riposati.

Il costo della prestazione, in regime non convenzionato con la Asl, è di circa 200 euro, e si avvale di una tecnologia che, combinata con una migliore comprensione delle basi genetiche del cancro, sta rivoluzionando il modo in cui si affronta nel mondo una patologia che in Abruzzo ha colpito 58 mila persone, con 7.600 nuovi casi nel 2017, in base ai dati aggiornati a ottobre 2018. “La medicina è in continua evoluzione e la nostra struttura intercetta le novità per aumentare il livello dell’offerta sanitaria, delle cure e, soprattutto, della prevenzione – spiega il direttore generale di Villa Letizia, Daniela Stati -. Questo test costituisce una nuova frontiera che, in collaborazione con una struttura all’avanguardia che tra l’altro nasce nel nostro territorio, non abbiamo esitato a proporre ai nostri utenti e alla nostra comunità”.

Dante Labs adotta uno dei test più accurati del mercato del “next generation sequencing”, che consente l’identificazione di mutazioni clinicamente attuabili, così come la scoperta di nuove varianti che determinano lo sviluppo del cancro, con la copertura dell’intero esoma di 508 geni correlati ad esso, e analizzando le tipologie più comuni di alterazioni. Un metodo che consente anche di prevenire e combattere efficacemente una ampia gamma di altre patologie.

Questi nel dettaglio i servizi di laboratorio effettuati: test per malattia genetiche su genoma totale, sequenziamento di esoma, sequenziamento di Dna tumorale, sequenziamento di Dna tumorale circolante, genotipizzazione con microarray.

I test di laboratorio di Dante labs vengono effettuati su appositi campioni biologici, come saliva, sezioni istologiche e dna isolato, ma anche sui dati contenuti nelle cartelle cliniche relative a diagnosi strumentali e dati annessi e dati anamnestici e diagnosi cliniche, messe a disposizione dal laboratorio analisi di Villa Letizia, diretto dalla dottoressa Ernestina Feliciani in collaborazione con la dottoressa Laura D’Ignazio.

In base alle risultanze del test, illustrate in un dettagliato rapporto da parte di Dante Labs, sarà anche possibile individuare percorsi terapeutici personalizzati per prevenire l’insorgenza delle patologie.

Continua a leggere

Abruzzo

(VIDEO) Forza Italia: “Ministero boccia sanità abruzzese”

Pubblicato

on

https://www.youtube.com/watch?v=znhZUHSeCng&feature=youtu.be

PESCARA – “Il verbale del Tavolo di Monitoraggio redatto sia dal Ministero dell’Economia sia da quello della Salute, tenuto secretato fino ad oggi dal 15 novembre scorso, rivela le tante ombre presenti sia sulla Rete Ospedaliera sia nella Rete Emerga – Urgenza che dovranno necessariamente essere riscritte e riprogrammate in base alle vere esigenze della sanità abruzzese”. Queste le dichiarazioni rilasciate durante una conferenza stampa dai consiglieri regionali di Forza Italia Mauro Febbo, Lorenzo Sospiri e Umberto D’Annuntiis che hanno invitato “i Direttori delle Aziende Sanitarie a non produrre atti e assumere ulteriori decisioni visto che il Verbale è perentorio nel ribadire come vada immediatamente riesaminata tutta le rete sanitaria delle Regione Abruzzo. Siamo di fronte ad una secca bocciatura da parte del Ministero e oggi e i Direttori devono adeguarsi immediatamente alle richieste pervenute da Roma senza rendere ancora più difficile il percorso e, soprattutto, senza causare ulteriori danni erariali e gestionali alle rispettive Aziende Sanitarie”.
“Siamo di fronte ad un azione di sciacallaggio da parte dell’ex governo di centrosinistra che ha tenuto volutamente nascosto questo documento e ci viene trasmesso solo il 13 febbraio all’indomani delle elezioni regionali, dopo le mie ben quattro richieste scritte. Dal Tavolo viene fuori una realtà sanitaria lontana anni luce da quella rappresentata dall’ex assessore Paolucci che ha palesemente nascosto alcuni dati rilevanti e spudoratamente mentito su altri punti”. “Quindi – sottolineano Febbo, Sospiri e D’Annuntiis – invitiamo i Direttori a non assumere nessun altro atto che possa ulteriormente compromettere la Rete sanitaria regionale e soprattutto far lievitare costi di eventuali ed inutili contenziosi.

“Infatti, nel Verbale – commenta Febbo – si legge (pag. 28) come nella riunione di luglio era stata chiesta una nuova programmazione della rete ospedaliera da sottoporre al Tavolo del DM 70/2015 per la PREVISTA VALUTAZIONE di coerenza con i criteri stabiliti dallo stesso decreto. Il Tavolo è rimasto in attesa di questo nuovo documento che doveva recepire tutte le indicazioni scaturite dai contenuti del DM 70, da sottoporre poi a valutazione preventiva entro e non oltre il 15 gennaio (data in cui non è pervenuto il suddetto documento ma solo una richiesta di proroga). Inoltre, tutte le DGR e le Note trasmesse (es. Emodinamica Ospedale Vasto, 2 posti letto di Terapia Subintensiva presso la UOC di Pediatria di Pescara, 1 postazione di 118 a Caramanico Terme) sono state fatte oggetto solo di una “presa d’atto” che non equivale a una autorizzazione. Non solo, a pagina 29 del Verbale, si legge come il Tavolo abbia richiesto che tutti gli Atti Aziendali debbano essere coerenti con il nuovo documento di programmazione regionale che doveva essere trasmesso entro e non oltre il 15 gennaio (quindi gli Atti Aziendali non sono stati validati ) mentre tutte le Asl hanno continuato ad attribuire incarichi dirigenziali. Adesso verificheremo se ci sono delle responsabilità anche contabili ed erariali. Come le Note trasmesse dalla Regione per il Punto Nascita dell’Ospedale di Sulmona non sono state ritenute soddisfacenti tanto che il Tavolo è in attesa della comunicazione dell’avvenuta chiusura!!! Come per la richiesta di istituzione di Ospedale Area Disagiata ad Atessa non corredata da elementi e documenti giustificativi e non in linea con la programmazione. Nulla invece neanche per l’ospedale di Guardiagrele nonostante i proclami di Paolucci e Muraglia. (Per gli altri punti critici vedasi allegato). “Quelle evidenziate – prosegue Febbo – sono solo alcune delle tantissime lacune che emergono in modo evidente. Entrando approfonditamente nell’esame, i Tecnici ministeriali sottolineano inoltre come la Regione non abbia assicurato l’equilibrio economico sull’anno 2017 come aveva già affermato nella riunione di luglio 2018. I conti non tornano poiché abbiamo i bilanci delle Asl che si apprestano a chiudere con un deficit di circa 43 milioni di euro che possono arrivare intorno ai 100 milioni di euro visto che, nei bilanci stessi, sono stati caricati i recuperi della curatela fallimentare dell’ex Villa pini. Somme che non verranno mai recuperate per intero. se non in percentuali minime. Oggi invece abbiamo una situazione totalmente diversa da quella racconta da Paolucci come invece il Tavolo di Monitoraggio sottolinea e mette ben in evidenza dai tecnici del Ministero, ossia una sanità abruzzese in forte decrescita e senza una seria programmazione della Rete Ospedaliera e della Rete Emergenza-Urgenza. D’altronde basta farsi un giro in un nosocomio qualsiasi della nostra Regione, o entrare in un Pronto Soccorso, per comprendere lo stato della nostra sanità. Nostro compito e impegno – concludono i consiglieri regionali di Forza Italia – di chiedere apposite deroghe su tutto e mettersi subito al lavoro per ricostruire una sanità credibile, seria e corrispondente alle reali esigenze degli abruzzesi e delle strutture sanitarie della nostra Regione nonché riportare i bilanci in equilibrio

Continua a leggere

Elezioni regionali Abruzzo

SANITÀ, PAOLUCCI REPLICA FORZA ITALIA

Pubblicato

on


Pescara, 18 febbraio – Il consigliere regionale ed assessore alla Sanità uscente, Silvio Paolucci interviene per replicare alle dichiarazioni dei rappresentanti di Forza Italia in tema di tavolo di monitoraggio. “A conferma del buon lavoro svolto – spiega Paolucci – la Regione Abruzzo ha avuto la premialità di 70 milioni di euro come risulta dal verbale stesso e ha raggiunto il punteggio Lea di 202, risultando essere inserita tra le 8 regioni che hanno raggiunto quota 200. Se fossimo stati bocciati non ci avrebbero certamente inserito tra le regioni migliori”. “Il Decreto commissariale n.79, avente per oggetto la rete ospedaliera – prosegue Paolucci – è stato approvato dai Ministeri e conseguentemente gli atti aziendali sono assolutamente legittimi. Le integrazioni hanno riguardato solo Popoli e Atessa e che, nell’economia della rete, hanno prodotto variazioni minime. Spetta al nuovo governo regionale concludere l’iter per le definitive approvazioni riguardanti Popoli e Atessa. Suggerisco al nuovo governo regionale – aggiunge ancora Paolucci – un confronto con i Ministri e in particolare con Salvini circa la rete ospedaliera in relazione alle richieste di ulteriori razionalizzazioni e per chiedere di mantenere gli impegni presi in campagna elettorale”. “Sui conti, gli unici soldi certi che devono essere restituiti sono i 49 milioni della Lega. Voglio precisare che nella sanità abruzzese non c’è nessun disavanzo e per questo invito a leggere tutti i verbali dell’ultimo quinquennio. Per fare chiarezza sugli aspetti economico – contabili – spiega il consigliere del Pd – è bene sottolineare che, al quarto trimestre, il risultato complessivo del sistema sanitario abruzzese fa segnare un utile di +0,4 milioni. Facilmente desumibile dai prospetti ministeriali, nel 2017, la gestione complessiva ha chiuso a -13 milioni. Ricordo che il Piano di riqualificazione 2016-2018, approvato dal Consiglio dei Ministri, prevedeva per il 2017 una perdita di -23 milioni, ed è evidente che siamo dentro le previsioni, mentre per il 2018 un utile di +2 milioni e anche in questo caso siamo in linea con quanto stabilito”. “La perdita del 2017 – sottolinea il consigliere – fa riferimento alle scritture extra contabili ovvero a rischi e relativi accantonamenti relativi al periodo 2007-2013 e proprio per questo Febbo e Sospiri dovrebbero esserne a conoscenza. Inoltre, tali scritture e fondi sono state coperte”. Sulla rete emergenze urgenze Paolucci ritiene che vada “assolutamente salvaguardata” e che, “con il governo regionale uscente, si sia proceduto a implementare le postazioni 118 soprattutto nelle aree interne”. “In tema di piccoli ospedali – conclude Paolucci – voglio ricordare che la riconversione dei presidi di Casoli, Guardiagrele, Tagliacozzo e Pescina, è stata definita dalla Legge dello Stato, art. 17 Legge 111/2011, votata dal governo di centrodestra e quindi sia per questo tema sia per i punti nascita i colleghi di Forza Italia potranno rivolgersi ai vice ministri Salvini e Di Maio”.

Continua a leggere

In Evidenza