Cronaca e Giudiziaria

Arssa, la grande malata che domani avrà?

Ne parla Stefano Fabrizi, se ne occupa il collega Iuliano, ma il futuro della grande malata d’Abruzzo rimane comunque nebuloso. Un grande passato (almeno quantitativamente…), un presente di incertezze (sono appena 50 gli stipendiati contro i 250 dei tempi d’oro, il 20%) e le considerazioni amare di Stefano Fabrizi “il problema è che all’ex Arssa sono rimasti prevalentemente amministrativi, i tecnici sono andati altrove. Urge un riordino”. Solo l’assessore Pepe può fare qualcosa e se l’è ripromesso…ma fra il dire e il fare…

3 Comments

3 Comments

  1. tonino

    5 novembre 2014 at 14:04

    ARSA: Azienda regionale scansafatiche abruzzese – Magna e zitto. Chi ha un valido motivo perché questo ente continui ad esistere, tranne i dipendenti, mi faccia sapere.

    • francesco

      5 novembre 2014 at 23:42

      qual’ è l’ente o struttura che funziona?
      il parlamento ? la camera ? la provincia ? la sanità ? . . . . . . . . . . . .

    • Car

      6 novembre 2014 at 11:40

      Sarei curioso di sapere lei che lavoro faccia!! Non crede di poter sbagliare nel fare di tutta l’erba un fascio?

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top