Cronaca e Giudiziaria

Arriva anche nella Marsica la battaglia del pellet

Sale dal 10 al 22% l’Iva applicata sul pellet (combustibile ricavato da segatura). Il governo punta a incassare 96 milioni di euro ma c’è il rischio che si vada a gravare sulle famiglie del ceto medio basso, già fortemente gravate dalle conseguenze della crisi economica. Il vicepresidente della Cooperativa di garanzia regione Abruzzo, con delega al credito, Angela Marisa Iezzi, prende una dura posizione sulla misura prevista dal maxi-emendamento passato in Senato, in cui oltre a colpire i consumatori, si colpisce anche un settore dell’economia italiana, che vanta oltre 42.000 addetti, di cui 20.000 occupati nella produzione e nella distribuzione. “C’è anche da sottolineare che l’Italia è all’avanguardia nella produzione degli apparecchi domestici alimentati a pellet” commenta la vicepresidente Iezzi, “con oltre il 35% di esportazione in Europa e Nord America”. “La decisione del governo è assurda e non tiene conto della grande difficoltà di famiglie e imprese che già sono duramente provate dalla crisi”. “Speriamo che ci sia modo di fare un passo indietro” conclude il presidente della Cooperativa, Mario Del Corvo, “in modo che per arrivare a un gettito facile, non debbano rimetterci ancora una volta i cittadini”.
Per la sede di Avezzano della sede della Cooperativa di garanzia regione Abruzzo i contatti sono: e-mail info@coopregioneabruzzo.it; tel. 0863/26158, fax 0863/31116.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top