Cronaca e Giudiziaria

Arrestati due avezzanesi per reati contro il patrimonio. In una delle abitazioni, oltre alla refurtiva, trovate anche 77 dosi di marijuana

Avezzano – Nella mattinata odierna il personale della Polizia di Stato ha dato esecuzione ad una ordinanza che dispone gli arresti domiciliari per M.F., avezzanese di anni 41, appartenente alla locale etnia rom, e V.L. quarantaduenne, anch’egli avezzanese, entrambi pregiudicati per reati contro il patrimonio e recidivi.

M.F. è stato riconosciuto colpevole di due furti compiuti nella notte del 14.12.2016: impossessatosi di una Fiat Uno parcheggiata in strada, con l’aiuto di un complice, sulla cui identità sono ancora in corso accertamenti, aveva usato l’autovettura come mezzo per investire e divellere la colonnina cambia monete ubicata presso un autolavaggio automatico.

Tale colonnina cambia monete ha inchiodato V.L., riconosciuto colpevole del reato di ricettazione in quanto, durante la perquisizione domiciliare susseguita alle indagini, è stata rinvenuta nella sua abitazione, insieme ad un decespugliatore, un tagliaerba, sicuro provento di furto, e ben 77 dosi di marijuana.

L’ordinanza è stata eseguita dal personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Avezzano, titolare delle indagini, che sono state coordinate dal Sostituto Procuratore dottor Guido Cocco, che richiedeva, attesi gli evidenti riscontri investigativi, le misure cautelari emesse dal Gip, dottoressa Francesca Proietti.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top