Altri articoli

Architetti: Riordinare il disOrdine precisa sull’elezione del nuovo Presidente dell’Ordine

Di fatto, le elezioni si sono concluse con una pesante ombra che, allo stato dei fatti, non esclude un ricorso.

Durante lo scrutinio sono state annullate diverse schede che, per quanto riportato nel regolamento elettorale, risulterebbero valide. Considerando che il primo degli esclusi, per un solo voto, risulta essere il sesto della lista contrapposta a quella del Presidente uscente, non è affatto scontata la riconferma di quest’ultimo nel suo ruolo.

Il ricorso, non è motivato da alcuna volontà di rivalsa ma, solo da una legittima rivendicazione di chi, già da oggi si sente ingiustamente messo a margine ancor prima che siano legittimati i ruoli. Dietro parole di conciliazione, infatti, il Presidente uscente nasconde ancora la volontà di primeggiare, dimostrando di non aver affatto compreso la volontà degli iscritti all’Ordine, che hanno palesemente espresso la volontà di un radicale cambiamento. A tal proposito, si ribadisce che il neo eletto Consiglio, eleggerà il nuovo Presidente alla prima riunione, non prima di avere rimosso ogni dubbio circa la legittimità del voto espresso dagli elettori.

Arch. E. Compagnone, Arch. A. Del Boccio, Arch. M. Germani, Arch. D. A. Gualtieri, Arch. L. Pappalardo, Arch. A. Zavarella

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top