Sport

Allenamento mentale nel tennis: APD Avezzano Tennis Team apre le porte al “mental coach”


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Avezzano – APD Avezzano Tennis Team, da sempre punto di riferimento per il tennis, investe risorse nella formazione, dotandosi della figura del mental coach. La figura del “mental coach”, o meglio del “preparatore mentale”, oggi più che mai riveste un ruolo di cruciale importanza.

Qual è lo scopo del “preparatore mentale”?

“Questa figura, – commenta Raffaele Tomassetti-,  responsabile di APD Avezzano Tennis Team, si inserisce nello staff a supporto del tennista e agisce di concerto con chi lavora per sviluppare i giovani di talento. Il professionista dovrà pertanto caratterizzarsi per la disponibilità a lavorare in un team formativo, possedere tecniche e competenze di psicologia, ma anche esperienze nell’ambito della
psicologia dello sport per comprendere meglio le problematiche dell’allenamento e della competizione.
Non è necessario che sappia giocare a tennis, ma deve poter interpretare correttamente i diversi contesti, leggere le situazioni di gioco e cogliere le emozioni che giocatori e allenatori provano sul
campo. La sua attività si focalizzerà sull’insegnamento delle tecniche per incentivare la motivazione, nel supporto alla comprensione dell’ efficace gestione delle emozioni, nell’organizzazione del comportamento in campo. Il preparatore mentale nel tennis si inquadra pertanto nel
contesto della relazione di aiuto, la cui finalità è quella di valorizzare e potenziare la fiducia del giocatore nelle sue risorse e supportare il maestro nel ruolo di sostegno e miglioramento della sua attività didattica.”

Chi rivestirà questo ruolo?

“Come scuola tennis utilizzeremo la professionalità e l’esperienza dello
psicologo Dott. Cristiano Di Salvatore.”

Perchè proprio uno psicologo?

“La Federazione Italiana Tennis (FIT), attraverso la competenza dell’istituto di alta formazione “Roberto Lombardi” e con il patrocinio dell’ordine degli psicologi, ha creato questo percorso formativo riservato esclusivamente agli psicologi ed è riconosciuto dal Coni. La finalità dell’iniziativa è quella di inserire nello staff tecnico federale la figura di uno psicologo in grado di portare il suo contributo culturale, metodologico e specifico della sua disciplina. L’evoluzione del tennis di alto livello necessita di esperti nei diversi aspetti del gioco secondo il modello didattico della multilateralità, che prevede che nella crescita di un’atleta, vengano prese in considerazione ed allenate  in ugual modo 4 aree specifiche: mentale, motoria, tecnica e tattica.
Spesso l’allenamento dell’area “mentale” viene lasciata al caso e il maestro potrebbe non avere tutte le conoscenze ed esperienza professionale per agire in modo efficace. Ricordando ancora una volta che la figura di allenatore mentale è utile per l’attività agonistica ed allo stesso tempo per rendere partecipi e
far partecipare in modo ludico e consapevole soprattutto i più piccini. Inoltre, prosegue, Raffaele Tomassetti, dal 2017 tutte le scuole tennis Super School e Top School, avranno l’obbligo di avere all’interno dello staff un preparatore mentale, adeguatamente formato. “

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top