Altri articoli

Ancora sulle attuali e piu’ prossime attivita’ del Parco

Per opportuna informazione, prosegue la comunicazione delle iniziative in corso e più prossime, in questo periodo di attesa per i  nuovi organi amministrativi dell’Ente.

Ecco quindi alcune altre attività e direttive degli ultimi tempi:

*Organizzazione delle attività per la seconda edizione del Concorso “Buona notte nel  Parco”, in collaborazione con l’Associazione Futuro Remoto di Villetta Barrea. L’iniziativa è nata con l’obiettivo di promuovere i valori naturali, culturali e sociali del Parco, creando un archivio di racconti da diffondere anche tramite le strutture ricettive del luogo. Una apposita e qualificata  Commissione procederà alla selezione e alla premiazione del racconto migliore. Grande partecipazione e successo ha riscosso, l’anno passato, la prima edizione del Premio. L’iniziativa rientra tra quelle concordate con gli operatori del Parco in attuazione della Carta Europea del Turismo Sostenibile ed è uno dei pochi progetti che si stanno realizzando;

*Elaborazione, in collaborazione con l’Associazione AISM – Argentina Italia Sistema Integrato Montagna e con la partecipazione di altri parchi abruzzesi, del CAI e alcuni Comuni appenninici, di un progetto culturale di scambio di buone pratiche. L’idea prende spunto da una iniziativa in corso in Argentina, denominata Proyecto Huella Andina Patagonia, nell’ambito del Programma Senderos de Argentina, che promuove lo sviluppo integrato della rete sentieristica di uno specifico tratto delle Ande. L’iniziativa, che ha lo scopo di  valorizzare le risorse naturali, sociali e culturali del territorio, in applicazione dei principi del turismo sostenibile, coinvolge in Argentina tre province, cinque parchi nazionali, numerosi comuni di montagna e l’Associazione Argentina delle Guide di Montagna;

* Partecipazione, nell’ambito del Programma VIP-Viaggi, Ippovie e Parchi, al Progetto “Pastore Custode” che prevede la formazione delle Guardie del Parco a cavallo e delle Guide escursionistiche, con il coinvolgimento dei comuni del Parco e di quelli lungo il tratturo Pescasseroli-Candela. Il Progetto è partecipato con l’Associazione ARTES di Campobasso,

* Predisposizione del Piano della Performance 2014, semplificandone le caratteristiche rispetto ai due precedenti, e puntando su pochi ma qualificati progetti quali, ad esempio, abbattimenti abusi edilizi, contenzioso, semplificazione amministrativa e burocratica, formazione e aggiornamento professionale, aggiornamento continuo archivio storico;

*Completamento e chiusura dei lavori di sistemazione dei locali del Casone Antonucci e riattivazione, a regime, del Progetto “Volontari per la Natura”;

* Completamento e chiusura dei lavori di adeguamento dell’immobile dell’Ente in Via Rovereto, a Pescasseroli, e destinazione dello stesso a servizi e uffici operativi;

* Esecuzione dei lavori di adeguamento, manutenzione e ripulitura degli immobili della Sede dell’Ente in Pescasseroli e ridefinizione degli spazi lavorativi;

* Direttive alla Direzione e ai Servizi per osservazioni e proposte sulla ipotesi di adeguamento del PATOM presentata dal Ministero. Proposte e suggerimenti da presentare allo scopo di prevedere qualche impegno concreto da parte dei partner. Per le Regioni, ad esempio, l’impegno a pagare regolarmente e in tempi ragionevoli i danni fauna nell’areale dell’Orso. Per il Ministero, prevedere almeno qualche impegno rispetto alle diverse proposte avanzate dal Parco;

* Direttive e raccomandazioni alla Direzione e ai Servizi di Sorveglianza affinchè seguano, costantemente e con la massima attenzione, l’evolversi dei procedimenti per tagli abusivi e delle indagini relative agli atti di bracconaggio brillantemente  scoperti e denunciati negli ultimi tempi e specialmente a quelli concernenti l’avvelenamento delle aree della Marsica e la criminale uccisione dell’Orso “Stefano” nell’estate scorsa in Molise.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top