Cronaca e Giudiziaria

Ammonita una donna marsicana perché perseguitava il suo ex

AVEZZANO – Lui la lascia e lei inizia a perseguitarlo, coinvolgendo anche i figli avuti dall’uomo con un matrimonio precedente. Nei giorni scorsi, il Questore di L’Aquila ha emesso un provvedimento di Ammonimento nei confronti di una 50enne, residente nella  Marsica,  diffidandola dal portare avanti la propria condotta opprimente e molesta nei confronti di un uomo, 49enne, anch’egli residente nella Marsica.

La donna, all’indomani dell’interruzione da parte dell’uomo della relazione sentimentale intercorsa tra loro,  ha  avviato un vero e proprio bombardamento di messaggi Whatsapp e chiamate a tutte le ore, del giorno e della notte, nonché appostamenti e pedinamenti  nei confronti dell’ex compagno, non  lesinando altresì di prendersela con i figli della vittima, avuti da un precedente matrimonio, ritenendoli colpevoli di aver allontano sentimentalmente l’uomo da lei.

L’uomo, esasperato e costretto a cambiare radicalmente il proprio stile di vita,  si è rivolto agli agenti del Commissariato di Avezzano e della Divisione anticrimine della Questura per porre termine agli atti persecutori di cui era oggetto.

Il  provvedimento di ammonimento, previsto dalla legge in materia di atti persecutori,  quale strumento per arginare il fenomeno dello stalking, è stato emesso al termine di un’approfondita attività d’indagine, con la quale sono stati riscontrati gli atti persecutori messi in atto dalla donna nei confronti dell’uomo.

In particolare, la normativa vigente prevede l’adozione dell’ammonimento per tutti quei comportamenti fastidiosi che, pur non costituendo reato o costituendo reato procedibile a querela di parte, sconvolgono la vita della vittima portandola all’esasperazione, facendola sentire indifesa ed in costante pericolo di vita, costringendola a vivere prigioniera della paura.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top