Sport

E’ Amedeo Sauli l’astro nascente della boxe marsicana

E’ un periodo d’oro quello che sta vivendo la Sauli Boxe. Amedeo Sauli, giovane talento della società marsicana, dopo aver sconfitto nella categoria 64 kg il moldavo Catalin Bitca, nel match disputatosi al Teatro Città ad Augusta, lo scorso 8 ottobre, in quel di Celano, si è laureato campione regionale “Youth”, sconfiggendo il pari rivali Fabio D’Angelo del team Diodato Chieti.  Ne ha fatta di strada Amedeo da quando nell’agosto del 2012 conquistò il titolo di Campione Italiano Schoolboys nella categoria 43 kg. In questi quattro anni, la Sauli Boxe Rovetana, fondata da Giuseppe Sauli, Carmine Orlandi e Gianluca Pace, Luciano Di Lauro e Guglielmo Longo si è fatta le ossa, arricchendo il proprio bagaglio di esperienza e professionalità grazie a specialisti di questo nobile sport, lavorando duramente su atleti che adesso sono pronti ad un ulteriore, fondamentale, salto di qualità. E’ proprio di questi giorni, infatti, la notizia della rinascita ufficiale della sezione pugilistica giovanile delle Fiamme Azzurro, gruppo sportivo della Polizia Penitenziaria che ha inserito nel proprio organico due promesse del pugilato italiano, entrambe provenienti dalla società con sede a Civitella Roveto: Amedeo Sauli, di cui abbiamo già detto, e Myriam El Mekki, originaria di Canistro , 15 anni ancora da compiere, ma un talento cristallino che ambisce ai podi alti delle classifiche nazionali.

“Questi risultati prestigiosi nascono dalla passione che da sempre ci caratterizza” – dichiarano dalla società – “ difatti, oltre all’aspetto sportivo, il nostro principale obiettivo è curare l’aspetto pedagogico di questo sport. Per essere grandi campioni, devono essere persone con dei sani valori. Lo sport è anche, e soprattutto, questo”. E’ proprio partendo da queste basi che nasce il progetto “Play With Boxe – crescere con il pugilato “, orientato verso i bambini dai 12 ai 14 anni la cui partecipazione è gratuita e che, a distanza di quattro anni dalla sua fondazione, sta raccogliendo i frutti seminati con tanta fatica e passione. Nell’attesa di vederlo gareggiare con la maglia tricolore della nostra nazionale, facciamo un grosso in bocca al lupo ad Amedeo e Myriam, ben sapendo che sapranno far valere il loro grande talento.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top