Ambiente

Ambiente e/è Vita:”No alle nuove opere su A24 A25, si alla ferrovia Pescara-Roma”

“Il progetto di nuova bretella autostradale sulla A24 eA25 che prevede 40 km con una serie di gallerie a doppia canna nella tratta Popoli-Celano, rappresenta un danno per la regione verde d’Europa superiore a qualsiasi beneficio in termini di sicurezza e tempi di percorrenza”. Lo rende noto il presidente di “Ambiente e/è Vita” Benigno D’Orazio, che aggiunge: “Il progetto presenta gravi impatti sui grandi acquiferi sotterranei di interesse dal Piano Tutela delle Acque della regione Abruzzo (almeno 6 acquiferi carsici), e la realizzazione dell’opera determinerebbe un irreparabile scempio ambientale a danno delle aree protette e dei Sic interessati dall’intervento. A tutto ciò va aggiunto l’isolamento a cui sarebbero destinati alcuni dei comprensori dell’Abruzzo interno la cui crisi economica è stata più volte certificata dallo stesso Consiglio Regionale. I comuni della Valle Peligna e della Valle del Sagittario (a tal proposito sarebbe stato più utile porre in sicurezza la strada Bugnara‐Scanno) verrebbero tagliati fuori da qualsiasi direttrice di grande comunicazione, con l’impossibilità di vedere la luce in fondo ad un tunnel che già esiste e del quale non si vede la fine”.

“In questo contesto desta serie preoccupazioni – sottolinea Patrizio Schiazza, segretario regionale di Ambiente e/è vita – che ci si concentri su progetti faraonici e si dimentichi l’ordinario come l’approvazione della legge dei Piani di Gestione dei SIC e la relativa premialità prevista nel PSR, la ripartizione di fondi straordinari alle aree protette regionali, la riforma della L.R.38/96 con il nuovo modello di governance per le Riserve Regionali ed il Parco Sirente Velino e la estemporaneità di alcuni provvedimenti di legge in discussione, quale ad esempio è il  Pdl  251/2016  ”Modifiche  LR  38/1996 Aree protette”, che appunto snellisce la procedura sia di istituzione di nuove arre protette regionali che di revisione dei confini perimetrali delle medesime”.

“La nostra associazione non è insensibile alle prospettive di sviluppo sostenibile della regione – conclude D’Orazio – ma è nostra convinzione che vada privilegiato il trasporto su rotaie, riprendendo e portando finalmente a termine il progetto di velocizzazione della tratta Pescara-Roma voluto dall’allora sottosegretario ai Trasporti Nino Sospiri.” Di questo e degli altri temi che pongono l’uomo al centro del sistema ambiente si parlerà oggi, 26 luglio, alle ore 18 presso il porticciolo turistico di Roseto degli Abruzzi, nel corso di un convegno che l’associazione ha voluto dedicare proprio a Nino Sospiri, compianto fondatore della stessa.

ARTICOLO CORRELATO: http://marsicanews.com/bocciato-devastante-progetto-gruppo-toto-modificare-a24-a25/

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top