Politica

Ambiente, Mazzocca: Parco Trabocchi passa in commissione

La commissione territorio del consiglio regionale ha licenziato, all’unanimità dei presenti, la proposta di legge per l’istituzione del Parco naturale regionale dei Trabocchi. “Si tratta – ha detto il sottosegretario Mario Mazzocca – di un ulteriore tassello a difesa di uno dei tratti di costa più suggestivi dell’intero Adriatico, ma anche di un altro possibile freno alla incombente petrolizzazione del nostro mare”. Mazzocca, con il consigliere Pierpaolo Pietrucci, ha sottoscritto il provvedimento dichiarando di voler raccogliere suggerimenti delle forze di opposizione emersi nella discussione della Commissione di merito.

“Abbiamo fatto ricorso alla Corte costituzionale, attivato una richiesta di referendum e promosso un parco marino per fermare Ombrina. Ci stiamo mettendo non solo la faccia ma tutta la testa e la forza di cui siamo capaci”. Il sottosegretario alla giunta regionale Mario Mazzocca replica così alle affermazioni di Forza Italia,  in merito al via libera al progetto di legge per l’istituzione del Parco marino costa dei Trabocchi e della costa Frentana.

“L’esecutivo regionale, di cui, a dispetto di ciò che sostiene Forza Italia, il sottoscritto è parte integrante non solo formalmente , si è sempre speso per fermare la deriva petrolifera in Adriatico. Già dal 25 luglio 2014, con le osservazioni al progetto Ombrina Mare 2, la giunta D’Alfonso ha sposato la difesa del mare blu. E voglio ricordare anche il Manifesto di Termoli, firmato con altre sei regioni; il referendum avverso le norme che permettono la ricerca di idrocarburi davanti alle nostre coste; e il contrasto agli articoli 37 e 38 del decreto Sblocca Italia, contro i quali abbiamo proposto ricorso davanti alla Corte costituzionale. Noi ci crediamo alla lotta contro Ombrina, – conclude Mazzocca – mentre chi ha qualche spiegazione da dare è proprio Forza Italia, che oggi non ha partecipato al voto in Commissione”.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top