Ambiente

Ambiente: intesa regione Abruzzo-Asl-Parco Gran Sasso Monti della Laga

La giunta regionale ha approvato la delibera che stabilisce un protocollo tra l’assessorato ai Lavori Pubblici, Urbanistica, Parchi, Riserve e Montagna Abruzzesi, Emigranti e Tradizioni Locali, Progetti Speciali Territoriali della regione Abruzzo, guidato da Donato Di Matteo, le quattro Asl abruzzesi e l’Ente Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, per l’istituzione di un Osservatorio Faunistico Regionale al fine di programmare attività e ricerche nel campo della tutela della natura, provvedendo a formare un Osservatorio Epidemiologico delle Aree Protette Regionali in cooperazione con i Parchi Nazionali presenti in regione.

Il Parco Nazionale del Gran Sasso Monti della Laga si è reso promotore di tale iniziativa nell’ambito delle responsabilità sui progetti comunitari (Life), Rete Natura 2000 e della Strategia Nazionale della Biodiversità in diretta cooperazione con le Asl della regione per le rispettive competenze. L’Ente Parco è dotato di un “Piano di gestione del cinghiale per il periodo 2014-2016” approvato dall’Ispra e dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare. Da oltre 15 anni opera sul proprio territorio elaborando un apposito programma di filiera con l’obiettivo di trasformare il problema del contenimento del cinghiale in una risorsa fruibile dalle comunità locali. Tale progetto è integrato con le altre aree protette abruzzesi per la gestione coordinata delle popolazioni di ungulati e potrà svilupparsi in ambito regionale e nazionale come servizio al territorio e alle attività zootecniche della regione.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top