Attualità

Alunni in festa per la giornata dedicata agli alberi: dalla Riserva del Salviano all’orto botanico in città 

Avezzano – È in programma per lunedì, 21 novembre, la Festa degli Alberi. La manifestazione, organizzata in tutto il Paese in osservanza alla L.10/2013, ha origini lontane: in Italia la prima edizione fu celebrata nel 1898 per iniziativa dallo statista Guido Baccelli, al tempo Ministro della Pubblica Istruzione, poi la festa fu istituzionalizzata con la legge forestale del 1923, ma preserva appieno il valore e le finalità originarie.

Obiettivi principali, lo stimolo al pieno sviluppo di una sana coscienza ecologica e del senso profondo di appartenenza ad un insieme che vive, e prospera, solo nell’equilibrio delle sue componenti.

Ad Avezzano, full immersion nella natura per gli alunni dell’I.C. “Mazzini-Fermi” che onoreranno la Festa degli Alberi nella Riserva naturale regionale del Monte Salviano, gestita per il Comune di Avezzano dall’associazione Ambiente e/è Vita, con il coordinamento del segretario regionale Patrizio Schiazza e della direttrice Brunella D’Alessandro. Per l’occasione i bambini provvederanno alla piantumazione di specie arboree autoctone. L’oasi protetta, in questo periodo nel tripudio dei colori autunnali, con oltre 700 specie floreali già classificate è un vero e proprio orto botanico diffuso, “aula all’aperto” per le lezioni tenute dal CEA della Riserva che, con il Settore I servizio Parchi e Riserve e il servizio Arredo e Verde Pubblico, organizza l’evento. La manifestazione si terrà al valico del Monte Salviano lunedì 21 novembre, dalle 10 alle 12.

“La Riserva del Salviano è un vero scrigno di tesori naturalistici, e la stretta sinergia instauratasi con il soggetto gestore, all’insegna della costruttività e della cooperazione, ha reso l’area protetta un luogo ancor più attrattivo e altamente fruibile”, ha sottolineato il sindaco Giovanni Di Pangrazio, “Oggi è teatro di tante iniziative di pregio e la Festa degli Alberi offrirà un’occasione preziosa per ritrovare il senso profondo del rapporto con la natura, attraverso un gesto fortemente simbolico: la messa a dimora delle piante, che attueremo anche nella scuola di via Pereto, ci richiamerà alle “nostre” radici e alla necessità fondamentale di curare e preservare l’habitat naturale “.

Nella scuola di via Pereto, nell’ambito del progetto “Un giardino botanico per le nuove generazioni”, nato dalla cooperazione del Comune di Avezzano con la scuola secondaria di primo grado Marini, l’istituto Agrario “A. Serpieri” e il Centro Giuridico del Cittadino, i piccoli allievi, a partire dalle 9, collaboreranno alla messa a dimora di 18 piante da frutto autoctone, ognuna delle quali sarà assegnata a una classe dell’Istituto: gli alunni che nel corso del tempo vi si avvicenderanno, avranno il compito di prendersi cura del “loro” albero.

Agli eventi, con il sindaco Giovanni Di Pangrazio, parteciperanno gli Amministratori e i rappresentanti di diverse associazioni cittadine.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top