Cultura

Tutto pronto per la 3 edizione di “Alive Avezzano 2016”

Avezzano è più viva che mai. Se le emozioni fossero canzoni, quella relativa alla terza edizione del maxi-concerto serale di piazza dal nome evocativo di ‘Alive Avezzano 2016’, potrebbe intitolarsi, senza dubbio, così: ‘Don’t Stop Me Now’, prendendo in prestito la sagacia tipica, ma mai scontata, dei Queen. Gli ingredienti ci sono tutti: tre presentatori di efficacia, due pomeridiani ed una seral, e 9 gruppi musicali caratterizzati dalle più blasonate esperienze. Per tre anni consecutivi, Avezzano, grazie alla realtà ideatrice di “Abruzzo in Musica”, è popolata da innamorati cronici, musicisti di spessore sia del dolore che della passione. Ma cos’è, in fondo, la festa della musica? «E’ una maratona diurna e notturna, durante la quale nove gruppi della zona marsicana prenderanno possesso del palco e, con esso, dell’umore più rock e ‘dipinto di blu’ del pubblico presente. “Alive Avezzano” è una vetrina musicale di talenti assolutamente gratuita, da sempre capace di prendere al volo e di predisporre i meritevoli artisti e musicisti anche, grazie anche ad un impianto altamente professionale, da 50 mila watt di potenza, supportato da una struttura ring con luci a led di ultima generazione».

Due anni fa, Filippo Morelli  ha dato vita al trionfo della musica in piazza ad Avezzano attraverso una selezione di gruppi locali di varia tecnica ed eterogenia. Nel pomeriggio di domenica 24 luglio, a partire dalle 18, scalderanno il palcoscenico le band ‘Stone Cryme’, ‘PinUp’ e ‘The Lone Seekers’. Successivamente, alle 21,15, la serata avezzanese cambierà registro e tono con le esibizioni di ‘L1Wolf’, ‘Luci rosse senza porno’, ‘Gradisca’, ‘Andy’, ‘M4U’ e i ‘Cani Bagnati’ (unica band d’oltreconfine, proveniente dalla Regione Veneto). A presentare lo show, nella parte serale dell’evento, sarà Maria Rosaria Legnini. La parte pomeridiana sarà curata da Pierluigi Oddi e Gioia Chiostri. “Abruzzo in Musica” è un progetto che, grazie all’ appoggio dell’amministrazione comunale, è riuscito a far sì che la Marsica potesse dotarsi – specifica ancora Filippo Morelli – di una festa della musica”. Alive Avezzano è un evento senza fini di lucro, – continua Morelli – ed abbiamo deciso di accostare alla musica, l’arte della beneficenza. Il concerto avrà anche l’arduo compito di spiegare ai profani il ruolo dell’Unitalsi, ossia dell’Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali, sezione di Avezzano». Una buona percentuale della somma raccolta durante il concerto, sostenuto, fra l’altro, da diversi sponsor, verrà destinata al rafforzo delle tasche solidali ed altruiste dell’associazione.

 

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top