Altri articoli

Aielli, c’è maretta in consiglio…

Il gruppo politico “Primavera aiellese” chiede le dimissioni del sindaco Benedetto Di Censo per aver anteposto gli interessi personali a quelli della collettività.

Il Primo Cittadino infatti avrebbe affidato incarichi a persone a lui vicine e in particolare l’incarico per la redazione di un progetto preliminare per la partecipazione al bando “6000 campanili”, costato all’ente 9.972 euro. Polemiche anche sulla scelta di iscrivere la scuola di Aielli all’istituto di Celano e non a quello di Pescina.

1 Comment

1 Comment

  1. anonima

    18 maggio 2014 at 17:45

    Inaudito. Abbiamo giovani che tracciano la continuità del solco del passato..stesse gesta..stesse posizioni inutili! Leggo di Polemiche sulla scuola animate da chi non ha mai frequentato la scuola di aielli contribuendo ad indebolirla! Polemiche che vengono da chi non può rinnegare il proprio passato sancito da fatti. Polemiche da chi non ha visto o non ha voluto vedere lo scadimento del piccolo paese negli anni scorsi.
    Da Aielli in un momento di globalizzazione i giovani giustamente scappano! Basta…occupiamoci di coloro che sono invece costretti a restare ..gli anziani! Occupiamoci della loro dignità.
    Populismo e demagogia possono dai giovani essere coltivati e profusi altrove. BASTA! !!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top