Sport

Ai raggi X il percorso Granfondo de La Via dei Marsi-Memorial Tiziano Masci

La macchina organizzativa dell’Avezzano Cycling Team è al lavoro da qualche tempo allo scopo di mettere a punto i dettagli dell’undicesima edizione della Granfondo La Via dei Marsi-Memorial Tiziano Masci per far sì che l’evento del 20 maggio sia ancora di gran richiamo nel

La manifestazione si propone invariata nella struttura, forte del successo e dei consensi ottenuti nelle precedenti edizioni per il gradimento dei percorsi e la cura nei dettagli da parte degli organizzatori.

Ogni partecipante potrà scegliere due tipologie di percorso: la granfondo di 46 chilometri (più 3 chilometri di trasferimento ad andatura turistica) nel territorio del Parco Regionale Velino-Sirente e il cicloturistico di 28 chilometri.

Il percorso granfondo è ricavato all’interno del Parco Regionale Sirente-Velino ed è lungo 46chilometri. Percorso molto vario interamente sterrato su strade forestali o prati per il 70% del tragitto con larghezza variabile da 2 a 3 metri e single track per il 30% nei boschi che toccano i territori di Antrosano, Castelnuovo, Forme, Massa D’Albe, Magliano dei Marsi ed Alba Fucens di Massa d’Albe altamente spettacolare per le soluzioni tecniche realizzate.

I bikers dapprima dovranno compiere un tratto iniziale di lancio nel centro cittadino di Avezzano per poi affrontare subito l’ascesa de “Le Ville” di Antrosano. Dopo aver attraversato la provinciale che collega Avezzano ad Albe, si punterà la collina di Castelnuovo con l’ascesa verso la pineta e dopo una breve discesa, si riprende a salire percorrendo la seconda salita importante (“delle pecore”) che porterà al valico di “Fonte Capo la Maina”, da dove si proseguirà salendo fino ad arrivare alla sommità della Chiesetta degli Alpini di Forme.

Discesa all’inizio veloce e successivamente tecnica fino ai prati di Forme. Qui verrà posizionato un cancello orario (chiusura dopo due ore dal passaggio dei primi) per permettere ai ritardatari un rientro più agevole.

Il Parco del Velino-Sirente ha richiesto una modifica del percorso per salvaguardare la nidificazione dell’Aquila Reale evitando l’imbocco della Valle Majelama e il transito in località Monte Peschio-Rovicino. Si proseguirà per Casale da Monte fino alle pendici del Monte Velino, in zona Fonte Canale e poi si scenderà verso l’abitato di Massa d’Albe sfiorandolo.

Da qui si percorrerà la salita denominata “Il Cinque” tutta per intero. Si riscenderà attraverso una discesa in pineta. Dopo un tratto vallonato entrerà in gioco la novità di quest’anno, il passaggio nell’abitato di Magliano de’ Marsi. Si scenderà verso il centro abitato tramite una discesa di 6,9 chilometri, tecnica e divertente al tempo stesso, lambendo il centro storico e si risalirà attraverso “La Ripa”, una salita di 1800 metri ricollegandosi al vecchio percorso con la “Cinghialata”.

Dopo aver attraversato le due strade provinciali, ultima fatica di giornata con il superamento di Alba Fucens e l’attraversamento degli scavi archeologici e del suo anfiteatro riprendendo successivamente il vecchio  collaudato circuito ricavato all’ interno della “Collina Fucense”  definita l’incantevole “balcone della Marsica”, il quale oltre a essere considerato un immenso patrimonio artistico e culturale ancora da esplorare ai non addetti ai lavori,  rappresenta un vero gioiello a più di 1000 metri d’altezza:  la meta ideale per quanti vorranno avventurarsi nello splendido territorio della Marsica.

La collina di Alba Fucens è situata sul margine nord-orientale dell’alveo del Fucino, ampio e fertile altopiano nel cuore dell’Abruzzo sovrastato dalla vetta del Monte Velino (2487 metri di altitudine) da qui di nuovo in discesa  fino a  raggiungere il Centro Merci della Marsica dove è situato l’arrivo e il polo logistico della manifestazione.

Tutte le info per l’iscrizione al link http://www.avezzanomtb.it/lavia-dei-marsi.html

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top