Abruzzo

Aggredito da orso, Forestale, Molise e Abruzzo esempio di convivenza

«La convivenza tra uomo e specie protette è possibile. Lo dimostra il modello creato dal Molise e dall’Abruzzo». Lo ha detto il comandante provinciale del Corpo Forestale dello Stato di Isernia, Luciano Sammarone, commentando quanto avvenuto in Trentino, dove un’orsa ha aggredito un uomo. «Gli orsi – ha aggiunto Sammarano – aggrediscono solo quando si sentono minacciati. In Italia, tranne che sull’Appennino centrale, gli orsi, come gli altri animali predatori, sono stati abbattuti. Da noi, in Abruzzo e Molise, per secoli la gente ha convissuto con orsi e lupi e rispettando le regole e con l’utilizzo ragionale del territorio, si pensi alla transumanza». «Oggi attraverso il Pnalm si aggira – ancora Sammarone – l’orsa Gemma che non ha mai attaccato nessuno. Siamo un esempio di convivenza e di civiltà, un modello da esportare. Chi si approccia alla montagna deve sentirsi ospite e comportarsi secondo le regole del posto in cui si trova».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top