Cronaca e Giudiziaria

Acque minerali, concessioni di 30 anni attraverso gare

Le concessioni per lo sfruttamento dei giacimenti delle acque minerali e termali saranno assegnate attraverso gare ad evidenza pubblica, nel rispetto dei principi di libera concorrenza, trasparenza, parità di trattamento ed economicità. È quanto ha stabilito la Giunta regionale approvando la delibera presentata dall’assessore all’Ambiente Mario Mazzocca. «In vista dell’imminente scadenza naturale di alcune importanti concessioni di acque minerali e termali, tra cui Fonte Sant’Antonio Sponga nel comune di Canistro e Valle Reale nel comune di Popoli» spiega l’Assessore «abbiamo deciso di fissare i criteri generali per procedere all’individuazione dei soggetti destinatari delle stesse concessioni». Le concessioni avranno durata massima di 30 anni; la valutazione delle offerte sarà effettuata da una commissione di funzionari regionali nominati, dopo ogni singola gara, dal responsabile unico del procedimento; per la valutazione si terrà conto del piano industriale e delle ricadute occupazionali.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top