Giudiziaria

Accusato di “regalare” carte di identità a stranieri, assolto

Era accusato di concedere carte d’identità a stranieri senza requisiti favorendone la permanenza in Italia in modo illegale e per questo era finito sotto processo per falso ideologico.

Ma dopo “appena” sette anni è stato assolto dal giudice del Tribunale di Avezzano, Maria Proia, perché il fatto non costituisce reato. Antonino Paris, dipendente del Comune era finito in un’inchiesta sull’immigrazione clandestina nel 2006, difeso dall’avvocato Francesco Innocenzi, ed è riuscito a dimostrare che le carte di identità venivano concesse a chi mostrava passaporto, permesso di soggiorno e documento di affitto ed erano i vigili che avrebbero dovuto controllarne l’autenticità.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top