Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Politica

Abruzzo, 4.760 candidati ma le donne sono poche


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/marsicanews/public_html/wp-content/plugins/quick-adsense-reloaded/includes/post_types.php on line 46

Per la presidenza della Regione Abruzzo in lizza c’è una donna sola, la grillina Sara Marcozzi, in competizione con tre uomini. Non va meglio nelle città principali: a Pescara “corrono” due donne su nove candidati alla poltrona di primo cittadino, Enrica Sabatini dello stesso Movimento 5 Stelle e la “civica” Loredana Di Paola. Stessa proporzione anche a Teramo, con Manola Di Pasquale per il centrosinistra e Graziella Cordone, rappresentante di Città di Virtù e Sinistra PartecipAttiva. A Montesilvano, tanto per non sbagliare, i sei candidati a sindaco sono tutti rigorosamente maschi. Va un po’meglio, più a nord, a Giulianova, dove due candidate battagliano con cinque uomini per indossare la fascia tricolore. Nella vicina Silvi, per completare il panorama dei comuni con più di 15mila abitanti, siamo a una candidata su una rosa complessiva di cinque.

I conti sono presto fatti: in tutto sui cento comuni abruzzesi in cui si voterà il 25 maggio prossimo, le donne in lizza per fare il sindaco saranno appena trentadue, su un totale di 281 candidati. Una su nove, quindi, non certo un gran risultato. Come dire che quando le candidature non sono calibrate secondo norme che tutelino le quote rosa, dal territorio spuntano ancora candidati maschi. Per essere meglio rappresentate, alle donne non resta che votare per persone del loro stesso sesso, dato che in Abruzzo si sa che le elettrici sono di gran lunga più numerose degli elettori, circa il 54% contro il 46%.

Ovviamente le cose vanno meglio per quel che riguarda la corsa al consiglio regionale: sono ben 406 i candidati che si presentano alle prossime elezioni e di questi 169 sono donne ovvero, facendo una media percentuale, il 41,4 per cento del totale. Dato con il quale si rispetta quasi al centesimo la controversa legge regionale che impone che uno dei generi, maschile o femminile, non sia rappresentato per più del sessanta per cento nelle liste elettorali. Di fatto la prima applicazione delle quote rose di cui sopra.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top