Abruzzo

A Sulmona 100 parti in sei mesi, reparto rischia chiusura

Cento parti in sei mesi: a rischio chiusura il reparto dell’ospedale di ostetricia dell’ospedale di Sulmona. Dall’inizio dell’anno ad oggi sono nati appena 100 bambini. Lo ha reso noto questa mattina nel corso di una conferenza stampa, il responsabile regionale del Tribunale del malato, Edoardo Facchini, il quale ha lanciato l’allarme sulla possibile chiusura del reparto. «Cento parti in sei mesi sono troppo pochi – ha detto Facchini – fuori dai parametri stabiliti dalla spending review che ha fissato in 500 parti l’anno il limite per garantire il punto nascita in ospedale. Se a questo ci aggiungiamo gli altri problemi, (carenze di organico, strumentazione obsoleta e stanze per le partorienti senza bagno e senza bidet), è davvero dura».

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top