Cronaca e Giudiziaria

A Garanzia Giovani è “caccia” alle imprese

Sono più di 9 mila 600 iscritti (9.613 per la precisione), fino a questo momento, al programma “Garanzia Giovani” in Abruzzo, mentre sono trecento le offerte di occupazione (tra tirocini, lavoro a tempo indeterminato e determinato) inserite dalle Agenzie per il lavoro per conto delle imprese.
Grazie all’opera di informazione, nell’ultimo periodo c’è stata un’impennata delle iscrizioni da parte degli under 29 e questo numero dovrebbe continuare a crescere.
La Regione dispone di 31 milioni e 160mila euro a sostegno dell’occupazione giovanile (15-29 anni la fascia d’età compresa). Nove le misure previste: 1 milione e 160mila euro per accoglienza, presa in carico e orientamento, 2 milioni per la formazione, altri 2 per l’accompagnamento al lavoro, stessa cifra per l’apprendistato, 8 per il tirocinio extracurriculare, anche in mobilità geografica, 1 milione per il Servizio civile regionale, 10 milioni come sostegno all’auto-impiego e all’auto-imprenditorialità, 1 milione di euro per la mobilità professionale transazionale e territoriale e quattro milioni di euro per i bonus occupazionali.
Se i giovani stanno rispondendo bene a questa nuova opportunità, non è lo stesso per le imprese e per le associazioni di categoria. Tra le associazioni di categoria, quella che si è organizzata meglio però è Confesercenti, che dal mese scorso ha attivato dodici sportelli a Chieti, Lanciano, Vasto, San Salvo, Ortona, Atessa, Pescara, Teramo, Tortoreto, Pineto, Avezzano e Sulmona.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top