Altri articoli

A Celano si pone l’accento sulla scuola

I consiglieri comunali del Pd chiedono un confronto al sindaco di Celano sul tema scuola. L’ultimo consiglio comunale risale a 2 mesi e mezzo fa e nonostante le molteplici esigenze dei cittadini, acuite dalla forte crisi economica ed occupazionale, tutto tace. È emblematico l’atteggiamento che l’amministrazione Piccone ha avuto sul tema della scuola. Dalla avventurata proposta di demolizione dell’edificio scolastico di Piazza Aia, poi abbandonata per l’intervento deciso dei consiglieri del Pd e del comitato cittadino “Salviamo la scuola di Piazza Aia”, alla confusa proposizione di un “campus” scolastico da 5 milioni di euro, fino alla scelta di realizzare un polo scolastico nell’area dello stadio Bonaldi, da finanziare con 2 milioni di euro di fondi comunali inesistenti. Tutte proposte elaborate senza la benché minima condivisione del consiglio comunale.

Si pone l’accento anche sulla prevenzione rischi per il patrimonio scolastico esistente. Non esiste nessuna risposta circa l’esistenza dei certificati di agibilità e idoneità sismica degli edifici scolastici comunali. Dopo 4 anni i ragazzi continuano a frequentare scuole poco sicure, mentre gli amministratori continuano a fare slogan. Era previsto un intervento di messa in sicurezza della palestra della scuola media Tommaso da Celano, ma anche in questo caso, dopo 4 anni, nulla di fatto e l’edificio continua ad essere utilizzato regolarmente. I consiglieri del Pd una proposta concreta l’avevamo avanzata già nel 2010, con tanto di piano economico–finanziario e progetto preliminare. Attraverso la valorizzazione e riconversione delle scuole esistenti, unitamente ad un piano di dismissione delle stesse, aveva reperito le risorse necessarie per la costruzione di un “campus” scolastico in via della Torre, adiacente agli impianti sportivi esistenti. L’idea era quella di monetizzare il patrimonio pubblico esistente, non di abbatterlo.

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top