Cronaca e Giudiziaria

26 conducenti di mezzi di soccorso in pista per migliorare la sicurezza dei pazienti

Autisti del 118 della Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila in pista su un autodromo internazionale per migliorare sicurezza di pazienti trasportati, equipaggio dell’ambulanza e acquisire una guida che salvaguardi l’usura dei mezzi. La Asl 1 mette mano a uno dei servizi cruciali della sanità, quello di Emergenza, che vede protagonisti ogni giorno uomini e mezzi in lotta contro le lancette dell’orologio per soccorrere persone e trasportarle in ospedale. E così la Direzione Asl Avezzano-Sulmona-L’Aquila, guidata dal Manager Giancarlo Silveri, dà la possibilità agli autisti delle ambulanze del servizio 118, diretto dal dr. Gino Bianchi, di partecipare a un corso di formazione, in programma sul circuito internazionale di Ortona (Chieti), lunedì 23 e martedì 24 giugno prossimi. In questa prima fase prendono parte al corso di formazione i 26 autisti dipendenti dell’azienda snaitaria, assegnati alle ambulanze del 118 nelle diverse postazioni e aree della Asl 1. In un secondo step di formazione potrebbero essere coinvolti anche i conducenti di associazioni di volontariato e cooperative che collaborano con la Asl 1 nel servizio Emergenza.
Sicurezza, asticella più alta. Alzare il più possibile i livelli di sicurezza del paziente a bordo dei mezzi 118, insieme a quella dell’equipaggio, è il principio che ispira la Asl, decisa ad affinare le tecniche di guida in un ambito operativo che riveste un’importanza decisiva per salvare vite umane. Gli autisti delle ambulanze, oltre a lezioni teoriche, parteciperanno ad esercitazioni pratiche: ogni conducente, sulla pista del celebre autodromo internazionale di Ortona, effettuerà le ‘prove’ d’esame di guida affiancato da un istruttore che gli insegnerà i ‘segreti’ di una conduzione ancora più sicura delle ambulanze.
Mezzi sui carrelli per simulare ribaltamenti. I mezzi di soccorso, utilizzati nella circostanza, verranno montati su speciali carrelli per eseguire simulazioni di ribaltamenti e brusche frenate. Agli autisti, oltre alle tecniche per una guida il più possibile esente da rischi, verranno impartite indicazioni specifiche su come gestire il mezzo di soccorso per contenerne l’usura. Una conduzione appropriata dell’ambulanza consente infatti di risparmiare anche su alcuni aspetti legati al consumo di parti del veicolo, prima tra tutte gli pneumatici.
Dr. Bianchi: “Corso importante”
“Il corso”, dichiara il dr. Bianchi, “oltre a riguardare il tema cruciale della sicurezza, si occupa anche della salvaguardia dell’usura dei consumi, per esempio carburante e gomme. Un’iniziativa molto importante che inciderà molto positivamente sull’attività del personale di guida del 118.”
Il progetto di formazione, reso possibile dalla sensibilità sul tema della sicurezza del Manager della Asl, Silveri, è stato organizzato in collaborazione col direttore del Dipartimento Emergenza, Tullio Pozone e di quello del servizio Formazione aziendale, dr. ssa Erminia Di Nardo”.
Una task force da quasi 12.000 interventi l’anno. Nel 2013, il 118 ha effettuato 11.870 interventi su tutta la Provincia di L’Aquila (distribuiti su 11 postazioni complessive). Come aree (intese come più Comuni) il primato per quantità di interventi spetta alla Marsica (4462), a ruota segue il comprensorio di L’Aquila (4.194) e quello peligno (2.077).

Click per commentare

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime notizie

To Top