Connect with us

Cronaca e Giudiziaria

Finanzieri a 4 zampe in città: il più bravo è Eolo

Pubblicato

on

Quattro zampe militari in città: gita di lavoro a L’Aquila. Undici Finanzieri a ‘quattro zampe’, ed altrettanti militari conduttori, del Comando Regionale Abruzzo della Guardia di Finanza, si sono confrontati nella giornata di ieri in una avvincente esercitazione, che ha visto gli interpreti principali impegnati a scovare hashish, marijuana, cocaina, eroina e droghe sintetiche in due differenti contesti operativi: ispezione di plichi e/o corrispondenza in genere presso i magazzini della ‘SDA EXPRESS COURIER’ del capoluogo, messa a disposizione per la simulazione, e controllo su persone, ipotizzando lo scenario di un generico terminal di attesa, allestito per la circostanza presso la Caserma ‘Tito Giorgi’ delle stesse Fiamme Gialle.

Le unità cinofile antidroga abruzzesi hanno ‘fiutato’ ogni spazio per trovare le sostanze stupefacenti abilmente occultate in uffici, magazzini, sulla persona, ed hanno letteralmente calamitato l’attenzione della platea composta da autorevoli rappresentanti del comparto cinofilo di altre Forze di Polizia e del mondo civile, nonché da studenti universitari delle facoltà di veterinaria, trovatisi, quest’ultimi, proiettati in piena operazione antidroga dal momento che sono stati impiegati per inscenare il ruolo di passeggeri dell’estemporaneo terminal.

L’esercitazione congiunta è stata voluta dal Comandante Regionale Abruzzo, Gen. B. Flavio Aniello, per il fine precipuo di perfezionare ulteriormente l’efficienza dei cani mediante l’impiego in ambienti diversificati ed e’ stata resa pubblica per far conoscere meglio il prezioso lavoro svolto quotidianamente anche dagli amici animali, a salvaguardia della vita umana e, soprattutto, dei piu’ giovani particolarmente esposti alle insidie e tentazioni delle sostanze stupefacenti. Rilevanti i sequestri di droga operati da inizio anno dalle unità cinofile abruzzesi sul territorio di competenza: 18.347 grammi circa di hashish, 369 grammi di marijuana, 728 grammi di cocaina, 45 grammi di eroina, 7.700 grammi di lsd, 315 pasticche di ecstasy, 22 piante di cannabis e non solo, a testimonianza della costante attenzione del Corpo nel settore, e frutto dell’addestramento e del rapporto di estremo affiatamento tra i cani e i loro conduttori.

Affiatamento che ha la sua genesi presso il “Corso Allevamento e Addestramento Cinofilo” di Castiglione del Lago (Perugia) della Guardia di Finanza, unico polo cinofilo del Corpo con compiti di formazione del personale specializzato e di allevamento dei cani, dove i quadrupedi, dopo la fase dell’addestramento primario, vengono avviati ai vari corsi di specializzazione unitamente al conduttore a cui sono inizialmente affidati. E’ cosi che l’uomo e l’animale diventano un binomio inscindibile, una simbiosi assoluta che viene quotidianamente chiamata ad operare nelle più svariate condizioni di luogo e di tempo, per ricercare droga, denaro, persone scomparse, etc.; saranno poi l’intesa e l’affiatamento a garantire ottimi risultati in campo lavorativo.

Importante sottolineare che l’intero addestramento e’ basato sul gioco ed e’ fondato essenzialmente su principi di condizionamento e di apprendimento; vengono sfruttati, inoltre, alcuni istinti naturali del cane, soprattutto il senso dell’olfatto, cosi’ sensibile nei quadrupedi, ma anche quelli del gioco, predatorio e della caccia. Il manicotto (un telo di spugna arrotolato e legato con del particolare nastro adesivo) rappresenta per il cinofilo lo strumento più utilizzato durante lo svolgimento delle varie tecniche di addestramento, mentre, per il quadrupede, l’ambito ‘premio’. L’addestramento per il cane non costituisce un lavoro od una costrizione, ma sempre e comunque un gioco, uno sfogo ai suoi istinti naturali.

Per la cronaca l’esercitazione odierna ha visto primeggiare il cane ‘Eolo’, condotto dall’Appuntato Scelto Angelo Di Tinco, in forza alla Compagnia Giulianova, splendido pastore belga di 5 anni, che, da inizio anno, ha finora contribuito ad 1 arresto, 2 denunce a piede libero e 29 segnalazioni amministrative alle Prefetture competenti, per fatti connessi allo spaccio e l’uso di stupefacenti. Il duo ‘vincitore’, al termine delle prove e’ stato insignito di una medaglia commemorativa e gratificato dal convinto ed entusiastico applauso dei presenti che hanno apprezzato l’altissima preparazione tecnica dimostrata da tutte le unita’ cinofile, nelle varie fasi.

Cronaca e Giudiziaria

Impiegata comunale denunciata, Cotturone: avrebbe cancellato file durante il blitz

Pubblicato

on

Celano – “Siamo sbalorditi! Ogni giorno una sorpresa diversa senza sapere cosa ci riserva il domani e cosa sta accadendo in queste ore. Per quale motivo manomettere dei documenti addirittura in presenza dei Carabinieri? – E’ il segretario cittadino del Pd Calvino Cotturone ad intervenire su quanto accaduto nel corso dell’ennesimo blitz dei carabinieri nel municipio di Celano – E’ assurdo che nessun consigliere di maggioranza ci chiarisca cosa sta accadendo. Nessun parla. Se è vero quanto avvenuto in presenza del nucleo investigativo, cosa succede in loro assenza? Come si può garantire la trasparenza degli atti alla luce di così tante indagini in corso? Durante l’ennesimo blitz dell’Arma dei Carabinieri dell’Aquila – continua Cotturone – un’impiegata dell’ufficio ricostruzione e riqualificazione viene accusata di aver tentato di modificare e cancellare file dal proprio pc riguardanti il progetto della scuola media Tommaso da Celano, in particolar modo documenti riguardanti gli infissi e le specifiche dell’opera. Di cosa si tratta? Celano ha il diritto di sapere! I carabinieri che sono tornati nel comune di Celano erano convinti finalmente di poter trovare anche la documentazione fiscale relativa ai contributi elargiti ad un periodico locale, richiesta dalla Procura e mai fornita. Infine la nuova acquisizione di fatturazioni e documenti relativi all’attività della cooperativa “Il risveglio”, ed alla riqualificazione urbana di alcuni quartieri. C’è qualche amministratore in grado di dirci chi sono i dipendenti che operano per questa cooperativa e di cosa si occupano? Credo che non vi sia nulla di peggio del mistificare la realtà, con l’aggravante che quando si sa di mentire deformando le informazioni si commette qualcosa di più grave. Un’altra pagina buia è stata scritta da questa amministrazione. Avvisi di garanzia, denunce per favoreggiamento, turbativa d’asta, cosa altro dobbiamo aspettarci? Celano non merita tutto questo. Celano non può essere governata nei fine settimana così come da anni avviene; non può essere amministrata da post scritti sui social. Chiediamo per il bene di Celano di collaborare con la Procura e le immediate dimissioni degli amministratori che non si rivedono in questo modus operandi” conclude il segretario del Pd.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Morte Cesidio Innocenzi: Dna incompleto, il proprietario del bovino potrebbe restare impunito

Pubblicato

on

Castellafiume – Potrebbe restare impunito il proprietario del bovino responsabile della morte di Cesidio Innocenzi, il 54enne che lo scorso 25 maggio impattò contro un bovino mentre percorreva in bici la Provinciale 23 dell’Alto Liri tra Castellafiume e Capistrello. L’uomo morì il 30 maggio a causa delle gravi ferite riportate.

Un indagato per omicidio colposo
Sulla morte dell’idraulico, con la passione per il ciclismo, è stata aperta un’inchiesta per omicidio colposo dalla Procura della Repubblica di Avezzano. Nel registro degli indagati, a seguito delle indagini scientifiche e sui reperti raccolti dai carabinieri, era finita un’imprenditrice 54enne di Castellafiume, difesa dagli avvocati Luca e Pasquale Motta.

Le indagini
Sulla bicicletta della vittima il Ris di Roma aveva isolato una traccia di Dna bovino. Successivamente si era proceduto al prelievo di Dna negli allevamenti bovini della zona nei comuni di Capistrello, Castellafiume e Cappadocia, accertamento che aveva coinvolto almeno trenta esemplari. Il reperti scientifici (dna bovino e reperto trovato sulla bicicletta) sono stati inviati all’Istituto zooprofilattico di Perugia per la comparazione finale. Qui gli esperti hanno potuto riscontrare che le tracce isolate dai Ris sulla bicicletta non hanno reso un Dna “completo” pertanto la comparazione con i bovini oggetto d’indagine non è stata possibile. Senza una prova scientifica schiacciante l’indagine rischia di essere archiviata. fdm

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Pugile avezzanese arrestato a Roma per il tentato omicidio di un uomo in una paninoteca

Pubblicato

on

Avezzano –  Un pugile avezzanese è stato accusato del tentato omicidio di un 42enne romano. Maurizio De Simone, 34 anni di Avezzano ma residente a Roma, ha accoltellato un uomo all’interno di una paninoteca per futili motivi. L’aggressione si è consumata nella notte tra lunedì e martedì scorsi nel quartiere San Lorenzo. Il 34enne, pregiudicato e specializzato nella boxe, ha sferrato una coltellata che è arrivata dritta al cuore del 42enne ora ricoverato in gravissime condizioni all’ospedale Umberto I.

All’arrivo degli agenti del commissariato Porta Pia il ferito era riverso a terra con il sangue gli usciva dalla bocca, mentre l’aggressore tentava di allontanarsi perdendo sangue da una mano e con in tasca il coltello usato per l’aggressione ancora sporco di sangue. Il pugile è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Le immagini della telecamera interna alla paninoteca hanno confermato la responsabilità del pugile che ha picchiato anche un altro cliente.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Pino pericolante nel giardino della scuola materna di Massa D’Albe, intervengono i vigili del fuoco

Pubblicato

on

Massa D’Albe – I vigili del fuoco di Avezzano sono intervenuti presso la scuola materna di Massa D’Albe per la rimozione di un pino pericolante all’interno del giardino scolastico. L’albero era pericolante e dunque potenzialmente a rischio caduta per l’incolumità dei piccoli scolari e dei passanti. L’Amministrazione comunale di Massa D’Albe, guidata da Nazzareno Lucci, “ha rivolto un sentito ringraziamento a tutta la squadra dei vigili del fuoco di Avezzano per l’interessamento e il tempestivo intervento di rimozione”.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Ancora rifiuti di Roma capitale ad Aielli, 39mila tonnellate fino al 31 dicembre

Pubblicato

on

Aielli“La Giunta regionale ha approvato questa mattina la delibera con cui viene prorogata fino al 31 dicembre la possibilità di conferire i rifiuti prodotti da Roma Capitale nell’impianto Aciam spa di Aielli in provincia dell’Aquila. La proroga rientra nell’Accordo di Programma sottoscritto da Regione Lazio e Regione Abruzzo per la gestione di 39 mila tonnellate di rifiuti ‘talquale’ raccolte da Ama spa”. Lo ha reso noto ieri la Regione Abruzzo. “L’Amministrazione regionale – prosegue la nota – garantisce una fattiva collaborazione al Comune di Roma per affrontare le criticità della gestione del sistema dei rifiuti urbani, ma ora serve l’impegno di tutte le istituzioni, come evidenziato anche dal Ministero dell’Ambiente, per completare in tempi brevi l’aggiornamento del Piano Regionale dei Rifiuti”. 

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Scontro tra due auto a Luco dei Marsi in prossimità di un incrocio, tre feriti lievi

Pubblicato

on

Luco dei Marsi – Incidente stradale nella tarda mattinata di oggi a Luco dei Marsi in prossimità di un incrocio. Per cause ancora in corso d’accertamento si sono scontrate un’Alfa 149, con a brodo padre e figlia, e una fiat punto guidata da un uomo. I tre sono stati condotti al pronto soccorso dell’ospedale di Avezzano per le cure del caso, ma, dalle prime informazioni, le loro condizioni di salute non desterebbero preoccupazione. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione per i rilievi e il 118 di Trasacco.

Continua a leggere

Cronaca e Giudiziaria

Scippata e scaraventata a terra in pieno giorno, è caccia al malvivente

Pubblicato

on

Capistrello – E’ stata sorpresa alle spalle da un malintenzionato che le ha strappato il denaro della mani e poi l’ha scaraventata a terra. Lo scippo è accaduto, ieri, in pieno giorno a Capistrello fuori uno dei due istituti di credito presenti in paese. La donna si era recata in banca per effettuare delle commissioni ed aveva ritirato una somma di denaro pari a 700 euro. All’uscita dall’istituto di credito è stata sorpresa alle spalle da un malvivente che, come una furia, l’ha scaraventata con forza contro un muro per rubarle il denaro appena ritirato. Forse l’uomo si aggirava nei pressi della banca nell’attesa di una “preda”. La donna colta da un malore è caduta a terra sbattendo la testa al suolo. Solo dopo aver ripreso conoscenza ha trovato la forza di chiedere aiuto presso un’abitazione vicina al luogo dello scippo. La donna disperata ha, successivamente, allertato i carabinieri della locale stazione denunciando l’accaduto. Ora è caccia al malvivente che, secondo la testimonianza della malcapitata, ha agito in pieno giorno e a volto scoperto. fdm

Continua a leggere

In Evidenza

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com